menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La "House of pizza e kebab" di via Ciconi, tra i locali che dovranno rispettare l'ordinanza

La "House of pizza e kebab" di via Ciconi, tra i locali che dovranno rispettare l'ordinanza

"Coprifuoco" in stazione, Venanzi: «Così la situazione non si cambia, si peggiora»

L'intervento del capogruppo del Pd in Consiglio comunale. «È una misura di facciata che penalizza tutti quanti invece di colpire chi viola le regole»

«Sono dinamiche da polvere nascosta sotto il tappeto, senza pensare davvero a risolvere la situazione». Alessandro Venanzi, capogruppo del Partito democratico in Consiglio comunale, vede così la situazione che si sta creando nel “Quartiere delle magnolie” dopo l’ordinanza emessa dal Comune, che inizierà ad avere efficacia da domani e durerà fino al 30 dicembre. 

La voce dei commercianti della zona: «Punire chi sbaglia, non chi lavora»

Sicurezza

«Che ci siano degli interventi necessari da fare nel quartier siamo d’accordo — attacca Venanzi —. Sicurezza e legalità sono un diritto imprescindibile che non ha nessun colore politico. È il come si cerca di tutelare questi principi che mi lascia perplesso. Come provvedimento amministrativo l’ordinanza ha i caratteri della contingibilità e dell’urgenza, e se non è seguita da un intervento strutturale di controllo e presidio sul territorio vale a poco. Così la situazione non si cambia, anzi si peggiora. È una misura di facciata che penalizza tutti quanti invece di colpire chi viola le regole».

Penalizzazioni

Il consigliere pensa a coloro che, pur operando nella legalità, saranno penalizzati dalla situaizione. «Penso al caso dell’House of pizza & kebab — spiega —, salito alla ribalta dopo le esternazioni del titolare. Come altri posti rappresenta un presidio per la zona. Nei mesi invernali e autunnali è l’unico posto aperto in via Ciconi, l’unica luce accesa della via fino a notte inoltrata. Così la sicurezza diminuisce, non aumenta di certo, e un’attività economica che ha sempre operato senza creare nessun genere di problema viene messa in ginocchio. Chi arriverà a Udine in treno verso la mezzanotte che desolazione troverà? Anche dal punto di vista turistico e di biglietto da visita della città sarà un dramma».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, contagi e decessi sono in aumento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento