Crisi Coopca: in troppi avrebbero ritirato i depositi prima del blocco

La Procura della Repubblica intende fare chiarezza sulle ragioni di coloro che, nell'ultimo mese e mezzo, hanno prelevato i propri risparmi dai conti della cooperativa in crisi

Tra i documenti che Procura della Repubblica di Udine e Guardia di Finanza hanno acquisito nella sede di Amaro della Coopca ci sarebbe anche un elenco dei soci prestatori che nell'arco dell'ultimo mese e mezzo, cioè prima del blocco dei risparmi, hanno ritirato il proprio denaro. 

COOPCA: DUE MESI DI TEMPO PER SALVARE L'AZIENDA

Si tratta di un elemento sul quale gli investigatori intendono fare chiarezza, anche perché le somme ritirate ammontano a una cifra considerevole: complessivamente si tratta di 3 milioni e 100 mila euro; ed altri 4 milioni e mezzo erano stati già richiesti, ma non sono stati liquidati. Si tratterebbe, in sostanza, di decine di risparmiatori. I magistrati, secondo quanto si è appreso dagli ambienti investigativi, non si sarebbero sbilanciati e sarebbero in attesa di vagliare il materiale acquisito. La Procura intende individuare le ragioni che hanno spinto tanti risparmiatori a ritirare i prestiti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Via Roma, si attacca alla fondina di un poliziotto e cerca di prendergli la pistola

  • È friulano il miglior tiramisù d'Europa

  • Più di 5mila i truffati dalle manutenzioni antincendio

Torna su
UdineToday è in caricamento