Lo fermano per un controllo di routine e scoprono che è ricercato

Un uomo è stato arrestato durante un normale controllo in autostrada al casello di Latisana, lunedì pomeriggio: è accusato di furto, falso, ricettazione e insolvenza fraudolenta

Fermato per un normale controllo dalla polizia stradale, il conducente di un'auto si agita costringendo gli agenti a una verifica più dettagliata, che ha portato alla luce un ordine di pena detentiva di un anno e 5 mesi a suo carico. Per questo è scattato l'arresto ai danni dell'uomo, accosato di furto, falso, ricettazione ed insolvenza fraudolenta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fatti

Erano circa le 14 di lunedì 13 gennaio quando, durante un servizio di vigilanza autostradale, una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Palmanova che stava effettuando dei controlli presso il casello autostradale di Latisana ha fermato un uomo alla guida di un'auto con targa italiana. Il conducente è subito apparso in preda all’agitazione tentando di eludere le risposte alle domande degli agenti che, accortisi del disagio dell'uomo, hanno deciso di approfondire il controllo attraverso le banche dati e gli archivi informatizzati in dotazione. Da queste verifiche è così emerso che a carico dell’autista pende un ordine di Espiazione di pena detentiva di 1 anno e 5 mesi emesso dal Tribunale di Bergamo, per precedenti riferiti a reati di furto, falso, ricettazione ed insolvenza fraudolenta. I fatti riferiti alla pena sono risalenti agli anni 2011 e 2012. Gli agenti non hanno potuto far altro che trarre in arresto l'uomo e condurlo presso il carcere di via Spalato a Udine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

  • La Croazia taglia fuori gli italiani: turisti solo da 10 paesi europei

  • Fa entrare i clienti dal retro nonostante le restrizioni, interviene la Polizia

  • Incendio nella notte alle porte di Udine, in fiamme un locale

Torna su
UdineToday è in caricamento