Via Aquileia: da mercoledì 5 dicembre giro di vite sulla sosta vietata

Comune e Saf intervengono assieme per contrastare le cattive abitudini di parcheggiare irregolarmente auto, scooter e bici nella via e per rendere più scorrevole e regolare il traffico del trasporto pubblico

Auto in doppia fila in via Aquileia

Auto costantemente parcheggiate in seconda fila, sulla corsia preferenziale degli autobus o addirittura in prossimità delle fermate dei bus stessi. Senza contare gli scooter lasciati in divieto o anche le biciclette accostate al marciapiede sempre in corrispondenza delle fermate degli autobus. Tutte violazioni al codice della strada che provocano un rallentamento del servizio di trasporto pubblico urbano e che da domani, mercoledì 5 dicembre, in poi saranno prese di mira dalla Polizia municipale, ma anche dagli ispettori della Saf.

La richiesta era stata più volte evidenziata dai cittadini che frequentano la via e utilizzano il servizio pubblico e dalla stessa Saf ed era contenuta nel “libro bianco” presentato ad aprile dalle organizzazioni sindacali nel corso di un incontro svoltosi in Provincia alla presenza dell’assessore comunale Pizza e provinciale Mattiussi. “Libro bianco” in cui venivano raccolte una serie di problematiche cittadine che penalizzavano il trasporto pubblico.

Di concerto tra l’assessore alla Mobilità, Enrico Pizza e alla Polizia Municipale, Lorenzo Croattini, è stato deciso l’aumento dei controlli in via Aquileia, la via del centro del capoluogo friulano attraversata ogni giorno da oltre 400 corse di autobus delle linee 1, 3, 7 e 9.

Così, a partire da mercoledì 5 dicembre e per un periodo di alcuni mesi, vigili e personale Saf vigileranno sulle infrazioni che ostacolano il percorso degli autobus. In particolare, per quanto riguarda la linea 1, il percorso urbano è caratterizzato da un insieme di situazioni legate al traffico tali da impedire di recuperare i ritardi accumulati in un tratto e, quindi, ogni rallentamento si accumula, facendo arrivare in ritardo della corsa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma la sosta “selvaggia” lungo via Aquileia produce anche un effetto specifico per i passeggeri che debbono utilizzare l’autobus, impedendo l’accostamento del mezzo al marciapiede. I passeggeri, e in particolare le persone anziane, devono così scendere direttamente sulla carreggiata con un aggravio di disagio e con una ulteriore pericolosità dovuta alla presenza quasi continua di auto tra il punto di discesa e il marciapiede. Situazioni che, talvolta, hanno provocato alcuni piccoli incidenti.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Udine usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 10 luoghi particolari per scoprire una Udine insolita, poco conosciuta e bellissima

  • Il miglior frico del Friuli è in un bar della montagna

  • Dalla grappa al gelato: il re friulano dei distillati realizza il suo sogno da 5 milioni di euro

  • Si rompe un appiglio e cade per cento metri: muore sul Monte Sernio un escursionista

  • Selvaggia Lucarelli contro il meccanico anti migranti di Plaino

  • Bagno al lago e sul torrente in totale sicurezza grazie ai volontari della Lifeguard Academy

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento