La Polizia di Stato intensifica i controlli nelle stazioni del Friuli Venezia Giulia

Sesto appuntamento con l’operazione “Stazioni Sicure”: friulani rispettosi

Immagine d'archivio

Sono stati oltre 500 i controlli effettuati martedì 17 novembre, che hanno portato a un denunciato e decine di bagagli ispezionati. In campo, un’ottantina di operatori della Polizia Ferroviaria, impegnati in 21 stazioni su tutto il territorio regionale ed affiancati, nel capoluogo giuliano, dalle unità cinofile messe a disposizione dalla Guardia di Finanza di Trieste.
A dimostrazione di un elevato rispetto del quadro normativo da parte dell’utenza ferroviaria della nostra regione, anche in relazione all’attuale emergenza epidemiologica, poche sono state le sanzioni elevate.

Questo è il bilancio dell’attività del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Friuli Venezia Giulia nell’ambito dell’Operazione “STAZIONI SICURE”, svolta nella giornata del 17 novembre, promossa su scala nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria ed incentrata sul rafforzamento dei controlli del “territorio ferroviario”. Osservate speciali le stazioni, i sottopassi, le biglietterie, le sale d’attesa, i depositi bagagli ed i bagagli al seguito dei viaggiator

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio zona arancione, il Friuli Venezia Giulia è di nuovo "giallo"

  • Natale 2020 solo tra conviventi, ma ci sono possibilità anche per fidanzati e nonni

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Niente spostamenti a Natale e Capodanno, vietato uscire dal Comune

  • Migliorano quasi tutti i parametri della regione: il Fvg potrebbe cambiare colore

Torna su
UdineToday è in caricamento