rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
polizia stradale

Va a zig zag in autostrada perché è ubriaco, patente ritirata

Il documento potrebbe essere sospeso dal Prefetto per un periodo da 1 a 2 anni. In più, l'automobile è stata posta sotto sequestro per la confisca amministrativa

Tre patenti ritirate, due per il superamento dei limiti di velocità,  e una per guida in stato di ebrezza con sequestro amministrativo del veicolo. Questo il bilancio delle attività di controllo in autostrada della polizia stradale che la scorsa notte ha effettuato con apparecchiature speciali per la verifica di velocità e alcolemia.

Nel dettaglio

La scorsa notte, pattuglie della sottosezione Polizia stradale di Palmanova, attraverso il dispositivo “Provida”, strumento di controllo che misura le velocità dei veicoli in autostrada con modalità “ad inseguimento”, hanno fermato un conducente della Repubblica Ceca a bordo di una potente Volkswagen GTI che sul  tratto Latisana-San Giorgio di Nogaro sfrecciava a 194 chilometri all'ora. Di fatto superando di 50 chilometri il limite massimo stabilito per le autovetture. All'uomo è stata comminata una sanzione pecuniaria di 543 euro

Un secondo accertamento è scattato nella zona di cantiere per la realizzazione della terza corsia dove vige il limite massimo di velocità in 80 chilometri all'ora. Un cittadino polacco, alla guida di una Skoda Fabia, viaggiava a 154 chilometri all'ora. A questo è stata applicata la sanzione di euro 1.126,67. Per entrambi è scattato il ritiro della patente di guida che va da 1 a 3 mesi e da 2 a 6 mesi nella seconda ipotesi.

Un altro automobilista guidava nel tratto autostradale tra Porpetto e Palmanova zigzagando in modo vistoso. Fermato dagli agenti, il conducente aveva un tasso alcolemico ben oltre 1.5 g/l. Patente di guida ritirata, che verrà sospesa dal Prefetto per un periodo da 1 a 2 anni. Ma anche sequestro del veicolo per la confisca amministrativa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Va a zig zag in autostrada perché è ubriaco, patente ritirata

UdineToday è in caricamento