rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
contarena / Centro / Via Cavour

Contarena, entro 15 giorni il locale dovrà essere sgomberato

Fontanini: "Ci auguriamo che sia stata messa la parola fine a una vicenda assurda"

Il Tribunale Amministrativo Regionale del Friuli Venezia Giulia ha respinto il ricorso presentato dalla Spritz Time S.r.l. contro il Comune di Udine, relativamente alla risoluzione del contratto per inadempimento contrattuale da parte della società che, evocando la natura privatistica del contratto, lamentava l’illegittimità della decisione dell’Amministrazione. “Il Tar – sottolinea con soddisfazione il sindaco Pietro Fontanini – ha smontato su tutta la linea le motivazioni del ricorso dimostrando non solo l’inadempienza della Società ma anche la correttezza del comportamento del Comune che, essendo il Contarena un bene demaniale, ha esercitato legittimamente il proprio potere di autotutela, sulla base del quale ha stabilito la decadenza del concessionario e lo sgombero dei locali”. La società è risultata inadempiente sia per quanto attiene il pagamento dei canoni, per il quale il capitolato esclude la possibilità di una compensazione con eventuali costi sostenuti dal concessionario all’intero del locale, sia il mancato rinnovo della fideiussione di 60mila euro. “Il giudice – prosegue Fontanini – ha inoltre ritenuto i provvedimenti del Comune non solo corretti, ma anche proporzionati, sia alla luce delle proprie competenze e dei propri poteri, sia in relazione alla condotta inadempiente della società, che ora dovrà sgomberare i locali nel giro di quindici giorni”. “Ringrazio l’avvocato Martinuzzi e l’avvocatura del Comune per il lavoro svolto e per questo risultato che, ci auguriamo, mette la parola fine a una vicenda assurda, restituendo alla comunità un bene pubblico di grande valore artistico e architettonico”, conclude Fontanini.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contarena, entro 15 giorni il locale dovrà essere sgomberato

UdineToday è in caricamento