rotate-mobile
Sanità

Preoccupa l'aumento dei contagi, task force per gli ospedali regionali

A comunicare questa verifica il vicegovernatore Riccardi che ha detto: "esamineremo l'impatto ospedaliero nel rialzo della circolazione del Covid"

La Regione Friuli Venezia Giulia vuole verificare l’impatto che il rialzo dei contagi sta avendo sugli ospedali per modulare la risposta del sistema sanitario. Per questo è stata chiamata una task force in grado di esaminare a che punto ci troviamo. A comunicarlo il vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi. "Il nostro lavoro di analisi sull'aumento della circolazione del virus deve concentrarsi, in primo luogo, sulla gravità dell'infezione, a partire dal numero delle polmoniti  -  ha dichiarato Riccardi -. La task force regionale si riunirà già nelle prossime ore per esaminare l'impatto ospedaliero nel rialzo della circolazione del Covid. Siamo infatti chiamati a valutare quanto l'incidenza produce sulla domanda sanitaria e capire quali risposte riusciremo a garantire anche alle altre necessità del sistema sanitario". Il dottor Carlo Tascini, dirigente medico  della clinica di Malattie Infettive Udine, ha indicato come la nuova variante sia infettiva ma poco virulenta, creando così tanti positivi ma pochi ospedalizzati.. 

L’interdisciplinarietà

Riccardi ha poi tracciato la complessità del periodo pandemico: "che non è ancora alle spalle. Se il Covid, in particolare per il mondo della sanità, ha rappresentato uno stress notevole, va sottolineato come dall'esperienza pandemica vanno colte e approfondite anche le opportunità: ad esempio non ci sono state discipline che hanno ragionato per compartimenti stagni, ma c'è stata invece interdisciplinarità e trasversalità del sistema professionale, con un esercito di persone che non si è risparmiato per dare risposte".

I numeri
 

Come ha riferito il vicegovernatore "abbiamo gestito 390 mila casi di Covid, eseguito 6 milioni e 600 mila tamponi, somministrato 2 milioni e 700mila vaccini, 30mila ingressi, fra aree mediche e intensive, di cui 12mila infezioni dei professionisti del sistema della salute".

Quarta dose
 

Riccardi ha ribadito la necessità di incrementare l'adesione alla quarta dose vaccinale. "Dobbiamo intensificare l'azione di convincimento delle persone; il sistema professionale può farlo in modo incisivo, spiegando che se oggi siamo in grado di governare, con impatti diversi rispetto al passato, oltre mille nuove infezioni al giorno, lo dobbiamo al vaccino. Va sgravato il più possibile il sistema organizzativo, provato da tre anni di fatica e da una complessità oggettiva".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preoccupa l'aumento dei contagi, task force per gli ospedali regionali

UdineToday è in caricamento