rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
consuntivo

Omicidi, imbrattamenti, violenza di genere: tutti i reati del 2022 friulano

Consuntivo di fine anno della Polizia di Stato di Udine

Gli agenti delle volanti della Polizia di Stato di Udine hanno eseguito nel 2022 82 arresti, 62 dei quali in flagranza di reato. Questi i numeri del consuntivo del 2022 dell'attività. In evidenza: 15 arresti per reati inerenti allo spaccio di sostanze stupefacenti, 10 arresti per reati riconducibili alla violenza di genere (maltrattamenti verso familiari, violenza sessuale, violazione del provvedimento di allontanamento dalla casa familiare e, in un caso, deformazione dell’aspetto mediante lesioni permanenti al viso), 10 per reati contro il patrimonio (6 rapine e 4 furti). Di seguito i dati per reparto. 

Squadra mobile

Il 17 gennaio sottoposto a fermo un uomo di 47 anni che si era reso responsabile di decine di furti in abitazione. Il 22 febbraio ed il 13 luglio sono state tratte in arresto due persone di 54 e 44 anni, per detenzione cadauno di un litro di gamma-butirrolattone. L'8 aprile è stato tratto in arresto un 62enne per detenzione illegali di armi (1 pistola a tamburo rubata e due fucili a canne mozze) e munizionamento (220 cartucce di vario calibro). Il 3 maggio è stato tratto in arresto un uomo ricercato in ambito internazionale per un omicidio avvenuto nel febbraio a Valencia. Il 9 maggio è stato tratto in arresto un 41enne per omicidio. Il 29 giugno tratte in arresto due persone di 31 e 26 anni in possesso di grammi 1.200 di cocaina. Il 27 maggio sono state arrestati due uomini per detenzione di 10,600 chilogrammi di hashish. Il primo giorno di agosto un altro arresto in ambito internazionale con la condanna a 15 anni per reati finanziari in Turchia. Il 17 settembre è stata eseguita un'ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di un 26enne per immigrazione clandestina. Parimenti ne sono state eseguite tre il 19 settembre per una truffa di una ingente somma e altre 5 il 4 novembre eseguite per reati predatori. Infine sono state rintracciate all’estero 10 persone destinatarie di provvedimenti restrittivi di cui 8 estradati in Italia.

squadra mobile e digos

Digos

Di rilievo l’attività investigativa che ha permesso di denunciare, per il reato di imbrattamento aggravato, tre writers che si sono resi responsabili di una moltitudine di imbrattamenti di matrice “no-vax” e “no-green pass” nel centro di Udine e di Cividale del Friuli, su manufatti stradali, sedi scolastiche ed edifici istituzionali, con il conseguente sequestro del materiale utilizzato dagli indagati in occasione degli imbrattamenti. 

Polizia amministrativa e sociale

Il consuntivo di fine anno evidenzia il raddoppio, rispetto allo scorso anno, del numero dei passaporti rilasciati, dovuto, con ogni probabilità, alla fine e/o rimodulazione delle limitazioni per la prevenzione della diffusione del Covid 19 e alla ripresa dei viaggi internazionali.

pas

L'odissea di una famiglia in coda fuori dalla Questura

Il notevole incremento delle richieste ha comportato in generale un allungamento dei tempi di trattazione e rilascio del documento. Sono continuati i controlli di carattere amministrativo delle varie attività economiche del territorio, tra le quali in particolare i locali dove viene svolta l’attività di gioco lecito, le armerie e, nell’ultimo periodo delle festività natalizia le rivendite di fuochi artificiali, costatando un generale rispetto delle norme. A seguito dei gravi eventi di turbativa che sono avvenuti in alcuni locali, il Questore ha proceduto, ai sensi dell’art. 100 del Tulps, alla sospensione delle licenze di pubblico spettacolo e somministrazione di cinque esercizi pubblici.

Cividale del Friuli

Sotto il profilo della pubblica sicurezza – per l’anno 2022 – le criticità maggiori sono provenute dagli ospiti dell’Istituto Civiform. Stabili i furti in abitazione e quelli su autoveicoli, in incremento le truffe online. Sempre rilevante il fenomeno dell’immigrazione irregolare che, negli ultimi tempi, ha interessato anche la frontiera slovena. Presenti – ma stabili – le condotte persecutorie di genere.

Tolmezzo

Durante l’anno trascorso il Commissariato di Tolmezzo ha eseguito un arresto nella flagranza di reato di un individuo che, portatosi all’interno della chiesa della Parrocchia di Cedarchis di Arta Terme, ha forzato la cassetta degli oboli, impossessandosi del loro contenuto. Durante i servizi di prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacente, a seguito di perquisizione locale, nata da un controllo alla stazione autocorriere di Tolmezzo di un giovane utilizzando un’unità cinofila, è stato tratto in arresto il genitore di quest’ultimo, poiché veniva rinvenuta e posta sotto sequestro nell’abitazione una piantagione di marijuana, che lo stesso veniva coltivata con l’ausilio di attrezzatura specializzata.

Polizia stradale

Il fenomeno infortunistico rispetto al 2021 è rimasto pressoché invariato. La Polizia stradale si è concentrata soprattutto nel garantire la sicurezza stradale sulle arterie autostradali. I controlli che si sono svolti prima sulle strade che conducono alla cittadina balneare di Lignano Sabbiadoro e poi lungo le arterie principali di Udine, hanno permesso di aumentare il numero di accertamenti e dell’attività di prevenzione. Nel corso degli stessi sono stati sottoposti ad accertamento con precursore 801 conducenti ed accertate 57 violazioni della guida in stato di ebbrezza alcolica.

stradale

Polizia di frontiera

Durante il 2022 questo Ufficio è stato interessato per controllo e accoglienza dei profughi provenienti dall'Ucraina, censendo tutte le persone/famiglie nonché i minori non accompagnati. Tutta l’attività è stata regolarmente segnalata alla Procura dei Minori di Trieste e alle Questure competenti territorialmente. È stato assicurato il contrasto al fenomeno dell’immigrazione clandestina verso il nostro Paese, questa attività ha permesso di effettuare diversi arresti in flagranza di reato nonché di avviare una serie di indagini finalizzate a identificare i favoreggiatori che utilizzano questa frontiera, attività tutt’ora in corso.

postale

Polizia postale e delle telecomunicazioni

La Sezione operativa per la sicurezza cibernetica nel corso dell’anno ha incrementato il monitoraggio della rete sia per quanto concerne i reati contro la persona e patrimoniali che nell’ambito dei reati contro l’ordine e la sicurezza pubblica. Le operazioni maggiormente significative si riferiscono ad un profilo social di un “coach pro-ana” che aveva agganciato decine di ragazze minorenni inducendole a dannose pratiche di dimagrimento, pericolose sia dal punto di vista fisico che psicologico e all’arresto di un pedofilo che scambiava materiale illecito in rete, attività di ampio respiro che ha già comportato diverse perquisizioni sul territorio nazionale e non ancora conclusa in considerazione della mole di accertamenti tecnici in corso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidi, imbrattamenti, violenza di genere: tutti i reati del 2022 friulano

UdineToday è in caricamento