La 'Oro Caffè' di Tavagnacco tra i fondatori del Consorzio a difesa dell'espresso

Nasce la nuova realtà associativa voluta ed istituita per valorizzare e al contempo tutelare l'autentico caffè espresso Made in Italy

La torrefazione friulana ORO Caffè, specializzata nella selezione, tostatura e miscelatura dei migliori caffè del mondo, è tra i 16 soci fondatori del “Consorzio di tutela del caffè espresso italiano tradizionale”, la nuova realtà associativa voluta ed istituita per valorizzare e al contempo tutelare l’autentico caffè espresso Made in Italy. 

Lunedì 15 settembre 2014, a Conegliano (TV), si è tenuta l’assemblea per la costituzione del “Consorzio di tutela del caffè espresso italiano tradizionale”, realtà associativa voluta ed istituita da imprenditori, torrefattori e aziende operanti nel settore, aderenti al “Gruppo Triveneto Torrefattori Caffè”, per la valorizzazione e tutela dell’autentico espresso Made in Italy. 
Tra i soci fondatori, anche la friulana ORO Caffè, specializzata nella selezione, tostatura e miscelatura dei migliori caffè del Mondo e prima in Italia ad importare il caffè tailandese equosolidale Doi Chaang.

“Siamo molto orgogliosi di prendere parte a questo grande progetto che riunisce alcune delle più importanti aziende italiane operanti nel settore” – afferma Elisa Toppano, export e marketing manager di ORO Caffè, che continua – “Da sempre siamo impegnati nella promozione della vera cultura del caffè espresso, dal chicco fino alla tazzina, e siamo fiduciosi che attraverso questo Consorzio potremo garantire ed innalzare la qualità del nostro espresso italiano, così amato in tutto il Mondo.”

Prossimo traguardo del Consorzio sarà ottenere la certificazione UNESCO per l’inserimento dell’espresso italiano tra i Patrimoni dell’Umanità, un obiettivo fortemente voluto e sostenuto anche da ORO Caffè. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impresa edile ha lavori fino ad aprile 2020 ma non trova operai: «Rischiamo di chiudere tutto»

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • FOTONOTIZIA Auto ribaltata in tangenziale

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

Torna su
UdineToday è in caricamento