Confindustria trasporti applaude l'arresto della "banda dei tir"

La profonda soddisfazione manifestata per bocca del suo rappresentante Enrico Rosina

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Enrico Rosina, capogruppo trasporti e logistica di Confindustria Udine, ha espresso vivo apprezzamento per l’attività condotta dalla Polizia Stradale di Amaro e dall’Autorità Giudiziaria che ha permesso di sgominare nei giorni scorsi un’organizzazione internazionale ritenuta responsabile di furti di mezzi pesanti.

Ancora una volta è dimostrato come l’autostrada Udine-Tarvisio sia un asse di transito di autocarri oggetti di furto e la Polizia Stradale da sempre sta facendo un ottimo lavoro di contrasto a questi fenomeni criminosi che, oltre all’aspetto della pubblica sicurezza più in generale, rappresenta una importante azione di tutela del settore dell’autotrasporto merci.

E’ noto infatti come la categoria sia da molti anni in sofferenza, tanto per una concorrenza molto spesso sleale operata dai vettori esteri, quanto per i furti di carburante, del carico, se non dell’intero veicolo, che rischiano di mettere in seria difficoltà imprese che già devono combattere contro la crisi economica.

Rosina plaude quindi all’attività di controllo e repressione che viene svolta dalla Polizia Stradale nella nostra regione nei confronti di tali fenomeni criminosi e di concorrenza sleale a danno dell’autotrasporto merci e si augura che azioni come quella portata a termine nei giorni scorsi, siano anche da deterrente contro l’espandersi di essi sul nostro territorio.

Torna su
UdineToday è in caricamento