"Acquistate prodotti locali": l'appello di Confartigianato Udine

A seguito dell'ultimo decreto ministeriale, in regione restano aperte solo un terzo delle botteghe artigiane. "Compra italiano, compra artigiano. Sostieni le nostre famiglie" lo slogan

@ L'illustrazione di Daniel Cuello

"Compra italiano, compra artigiano. Sostieni le nostre famiglie". Questo lo slogan di Confartigianato Imprese Udine per invitare tutti i consumatori ad acquistare prodotti locali a sostegno dell'economia della regione segnata dal difficile momento di emergenza sanitaria.

Il presidente

“Alle imprese che vanno avanti a lavorare questo momento di grave difficoltà va il nostro grazie e tutto il nostro sostegno - afferma il presidente di Confartigianato Udine, Graziano Tilatti -. Queste realtà garantiscono infatti un servizio che lo stesso Governo ha ritenuto essenziale per la popolazione e lo fanno esponendosi in prima persona a fronte di guadagni ridotti all’osso. E’ pensando a loro che abbiamo messo a punto questa campagna per invitare i consumatori ad acquistare servizi e produzioni locali, a km0 , alimentari ma non solo. E’ un regalo che facciamo a noi stessi: compriamo prodotti di cui conosciamo l’origine e garantiamo alle imprese del territorio quel po’ di sostegno in più che oggi è fondamentale”. “Compriamo dunque italiano e artigiano - conclude Tilatti - e continuiamo a farlo in futuro, quando l’emergenza sarà finalmente alle spalle”.

La situazione in regione

L'ultimo decreto ministeriale firmato dal presidente del consiglio Giuseppe Conte ha ulteriormente ridotto la lista delle imprese alle quali è consentito lavorare. Dall'ufficio studi dell'associazione provinciale di categoria arriva lo screening aggiornato di quali e quante sono le realtà che sono autorizzate a proseguire l'attività e quanti addetti sono impiegati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I numeri

Su 27.720 imprese artigiane attive in Friuli Venezia Giulia, poco più di un terzo sono quelle autorizzate a proseguire l’attività: 11.633, pari al 42% del totale. Al lavoro restano 35.028 addetti su 67.169 (il 52,1%) di cui 20.451 dipendenti su 34.430 (il 59,4%). Costretti al fermo sono, invece, 16.087 imprese che danno lavoro a 32.141 addetti, di cui 13.979 dipendenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

  • Caffè, brioche, aperitivo e pizza tutto sullo stesso tavolo: la singolare protesta di un ristoratore udinese

  • Coronavirus, oltre 500 contagi in regione, 4 morti a Udine

  • Coronavirus, il dettaglio su contagiati, decessi e dove sono i positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento