Cronaca

Confagricoltura Fvg: gli agriturismi perdono 45 milioni di euro

Azzerate non solo tutte le prenotazioni per Pasqua, ma anche di mezza estate. In totale, perso un flusso di 35mila turisti

A essere duramente colpito da questa crisi sanitaria ed economica dettata dal coronavirus è anche il settore degli agriturismi. Come riportano i dati di Confagricoltura Fvg, infatti, è andato perso un flusso di 35mila turisti per un valore di 45 milioni di euro.

I dati

In Friuli Venezia Giulia esistono 670 strutture agrituristiche dove, in media, transitano oltre 70mila turisti l'anno. Di questi, oltre 32mila sono stranieri, circa il 46 per cento.

Le perdite

Il flusso di turisti è stato praticamente dimezzato a causa del coronavirus, con una perdita di 35mila turisti. La pandemia, infatti, ha costretto ad annullare tutte le celebrazioni religiose della stagione, come le cresime o le comunioni, ma anche le vacanze pasquali, quella dei ponti del 25 aprile, del primo maggio e della Pentecoste, molto amate e frequentate dai turisti tedeschi.

Anche in estate

Oltre alle disdette, inevitabili, per la Pasqua, continuano a registrarsi anche le disdette per i primi mesi estivi e "restano molti dubbi che la mobilità turistica possa avere un colpo di coda positivo ad agosto e settembre". Insomma, il settore agrituristico regionale è praticamente in ginocchio, con i suoi 4.434 posti letto e 27.579 coperti inutilizzati, con un danno stimato, per questo periodo, di oltre 45 milioni di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confagricoltura Fvg: gli agriturismi perdono 45 milioni di euro

UdineToday è in caricamento