menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina e lesioni: condannato il vicino con cui giocava a carte

I fatti coinvologono un udinese di 35 anni che, convinto che il vicino lo stesse imbrogliando a carte, lo ha rapinato e picchiato

I fatti rislagono allo scorso 10 di ottobre, e vedono per protagonista Stefano Delbello, 35enne udinese originario di Trieste. Il capo di imputazione consisteva nell'accusa di rapina e lesioni. Vittima del Delbello l'amico e vincino di casa, di anni 60.

Durante una delle solite partite a carte fra i due il Delbello, dopo aver sospettatto che il compagno di giochi lo stesse ingannando, ha impugnato un coltello e gli ha sottratto 70 euro, una catenina d'argento e degli indumenti. Non pago lo ha anche colpito con dei pugni, provocando un trauma toracico con frattura costale.

L'imputato venne successivamente arrestato. Nella giornata di oggi ha patteggiato una pena a due anni e due mesi di reclusione, con in aggiunta 600 euro di multa.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento