Concorso di idee di Legacoop FVG rivolto ai giovani "Cooperattivamente", le premiazioni

Gli istituti scolastici Volta e Deledda Fabiani di Trieste si aggiudicano il I° e il II° posto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Hanno vinto la terza edizione del concorso di idee CooperAttivaMente, l'evento conclusivo inserito nel più vasto progetto di Legacoop FVG a favore degli studenti dal titolo “I giovani e la cooperazione: l’impresa cooperativa in sinergia con l’istruzione superiore”, gli studenti della classe quinta elettrotecnica dell'istituto A.Volta di Trieste con il progetto "Aperipivo"  - che gioca sul nome, italiano e sloveno (aperitivo e pivo, birra in sloveno). L'idea vuole essere un’alternativa divertente ai classici fast food e attraverso una simpatica e colorata ape dal design suggestivo, allestita da bar ristorante, offre aperitivi italiani e specialità balcaniche unendo cultura, tradizione e innovazione.

Il secondo posto è stato assegnato, invece, alla classe V sezione AC dell’Istituto Deledda Fabiani di Trieste con il porgetto "Hotel a 4 zampe", mentre si sono classificati terzi gli studenti della quinta sezione A dell'istituto Pertini di Pordenone con "Agripedemontana".

A premiarli oggi nella sede del Kulturni Dom la giuria -  composta da Alberto Bernava di Assicoop FVG, Enrico Trevisiol di Banca Etica, Stefano Minin di Coop Alleanza 3.0 e dalla giornalista Lara Pironio - che ha valutato in base a criteri di sostenibilità econmica,  creatività della proposta e presentazione, le tre migliori idee.

A fare gli onori di casa c'era il vicepresidente di Legacoop FVG Roberto Sesso che ha evidenziato l'importanza e le finalità dell'evento.  "E' un progetto, a favore degli studenti, di  educazione cooperativa nato per rispndere alla necessità di contribuire ad una sempre maggiore integrazione fra il sistema scolastico, quello formativo e imprenditoriale  - ha osservato Sesso -. Abbiamo  strutturato un percorso triennale di formazione a partire dalle classi terze delle scuole secondarie di secondo grado  con l'idea di illustrare il modello imprenditoriale cooperativo nel quale appare chiara la centralità della persona, preparandoli a vivere e a lavorare insieme,  trasmettendo loro concetti quali la solidarietà, la partecipazione democratia, la condivisione e l'assunzione di responalità. L'adesione al progetto da parte del sistema scolastico è molto sentita e ogni anno si aggiunge un nuovo istituto scolsatico: questo ci riempe di soddisfazione".

Gli istituti scolastici regionali coinvolti quest'anno comprendono le classi terze e quarte di: Isis Marchesini "Sacile-Brugnera" di Sacile, Itst “S. Pertini” di Pordenone, Isis “Bassa Friulana” di Cervignano, Palmanova, San Giorgio, Iti “A. Volta” di Trieste, It “Deledda-Fabiani”di Trieste e I.S.I.S. "G. Brignoli - L. Einaudi - G. Marconi" di Staranzano e l’istituto Il Tagliamento di Spilimbergo.

Sono circa 500 gli studenti coinvolti nel progetto che, a partire dalla sua struttura, risponde ad una delle attività istituzionali di Legacoop, vale a dire, la diffusione della cultura cooperativa e la sensibilizzazione delle nuove generazioni ai valori cooperativi come futuro sviluppo, per imprese socialmente responsabili in una cornice di cittadinanza consapevole. Le azioni che caratterizzanno questo progetto vanno dalla preparazione di uno strumento divulgativo della cooperazione realizzato con il contributo degli alunni coinvolti nel percorso formativo, agli incontri in aula con gli imprenditori cooperativi, a ciò si aggiungono i tirocini formativi in cooperativa organizzati per il mese di giugno per fare in modo che i ragazzi delle classi quinte possano toccare con mano il mondo cooperativo.

Presente all'appuntamento anche Arianna Bellan, assessore alla Programmazione economica, Mercati e Attività produttive, Politiche del lavoro, Grandi eventi del comune di Gorizia che ha sottolineato la validità del progetto  "che avvicina i ragazzi al mondo del lavoro e li aiuterà a capire che cosa vogliono diventare da grandi" e il dirigente dell'Istituto "G. Brignoli - L. Einaudi - G. Marconi" di Staranzano, Marco Fragiacomo che ha considerato l'esperienza formativa per gli studenti una possibilità concreta dove attuare l'alternanza scuola lavoro.

Il progetto è realizzato con il contributo della Regione FVG per i progetti speciali.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento