rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cronaca

Il Comune perde 273 mila euro di entrate all'anno

Una legge statale ha determinato che per tutte le occupazioni di impianti di telefonia mobile ci sia una tariffa forfettaria di 800 euro, non modificabile. Fontanini "Danno economico gravissimo"

Nel 2021 è stato istituito un nuovo canone unico con un importo forfettario da applicare alle compagnie telefoniche. Per questo il Comune di Udine ha dovuto modificare il proprio regolamento relativo all’applicazione del canone patrimoniale per la diffusione di messaggi pubblicitari e l’occupazione di aree e spazi, anche destinate al mercato, al fine di recepire le indicazioni determinate a livello centrale. Come spiegato dall'assessore al bilancio Francesca Laudicina: “Mediante l’inserimento nella legge del comma 831 bis riguardante la tariffa applicabile agli impianti installati dagli operatori che forniscono servizi di comunicazione elettronica, si impone agli enti locali l’applicazione di una tariffa forfettaria di 800 euro, non modificabile dai Comuni, per tutte le occupazioni”. E prosegue: "Questo significa per la nostra Amministrazione avere delle entrate parti a circa 17 mila euro all'anno. Negli anni precedenti era pari a 290 mila euro".  Il sindaco Pietro Fontanini aggiunge "Per un ente locale si tratta di una perdita significativa che difficilmente potrà essere compensate negli anni futuri. Al momento non abbiano notizia di possibili compensazioni. Un impatto notevole per noi e per i cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune perde 273 mila euro di entrate all'anno

UdineToday è in caricamento