Il Comune offre incentivi per passare alle auto a metano o GPL

La richiesta può essere effettuata dal primo marzo. I contributi possono arrivare anche a 1000 euro. Per accedere al beneficio bisogna avere la residenza o la sede legale operativa nel territorio di Udine

Incentivi per la conversione delle auto da benzina o diesel a metano o a gpl, e diffusione degli impianti di distribuzione del metano e del gpl lungo la rete autostradale italiana. Sono questi gli obiettivi del progetto “Iniziativa carburanti a basso impatto” (Icbi), promosso dal
 Comune di Parma, ente capofila di un protocollo di intesa che raccoglie più di 600 istituzioni e comuni italiani. Tra questi c’è anche il Comune di Udine che aderisce offrendo ai propri cittadini la possibilità di accedere agli incentivi statali per convertire i propri mezzi a benzina e gasolio ai più “puliti” gpl o metano.

Dal 1° marzo chi fosse interessato a installare sul proprio automezzo a benzina, Euro 2 o Euro 3 (mezzi immatricolati dopo il 1° gennaio 1997), un impianto a gpl o a metano, potrà prenotarsi presso un’officina aderente all’iniziativa che, dopo aver verificato la disponibilità dei fondi, comunicherà quando potrà procedere all’installazione.

Possono accedere al beneficio le persone fisiche e giuridiche che hanno la residenza e/o la sede legale/operativa nel Comune di Udine. Il contributo è di 500 euro per la conversione al gpl e di 650 euro per il metano. L’incentivo riconosciuto all’utente è costituito da 150 euro di sconto da parte dell’installatore sul listino prezzi massimi nazionale e da un contributo di 350 euro per il gpl oppure 500 euro erogato da Icbi.

Gli incentivi, che non sono cumulabili con altri contributi, riguardano anche la trasformazione di veicoli commerciali di peso inferiore a 3,5 tonnellate alimentati a benzina Euro 2 o Euro 3. Il contributo è di 750 euro per la conversione al gpl e di 1000 euro per il metano.

Per quanto riguarda invece il progetto pilota “Dual Fuel” per la conversione dei motori diesel di veicoli commerciali con impianti alimentati contemporaneamente a gasolio e a gas (metano o gpl), gli incentivi partiranno fra qualche settimana, presumibilmente dal 19 marzo.

Per ulteriori informazioni gli interessati possono consultare il sito dell’iniziativa https://icbi.comune.parma.it/project/default.asp o il sito del comune di udine https://www.comune.udine.it, dove si possono trovare anche i riferimenti delle officine cittadine che aderiscono al progetto.

Potrebbe interessarti

  • Post-sbornia: i rimedi per stare meglio dopo una bevuta

  • I sintomi, i rimedi e le cure per il morso del ragno violino

  • Quanto bisogna aspettare prima di fare il bagno?

  • E' vero che le zanzare preferiscono pungere certe persone rispetto ad altre?

I più letti della settimana

  • È friulano il migliore giovane neurologo d'Europa

  • Morto un turista in spiaggia a Lignano Sabbiadoro

  • Ecco chi sono i rapinatori: quattro uomini con base a Passons

  • Da lunedì chiusa un'uscita autostradale per cinque mesi

  • Aperto il primo take away di frico al mondo, il Frico Gourmet in piazzale Cella

  • Bambina di due anni trova una bomba scavando una buca in spiaggia

Torna su
UdineToday è in caricamento