Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

«Privilegiare il made in Friuli per rimettere in moto la filiera delle costruzioni»

L'appello di Alexandro Luci, capogruppo Materiali da costruzione di Confindustria Udine: le aziende friulane devono mettere in rete i propri prodotti e servizi

A quanto pare, “le imprese del comparto dei materiali da costruzione stanno ripartendo con grande entusiasmo”. Lo sottolinea Alexandro Luci, capogruppo del Gruppo Materiali da costruzione di Confindustria Udine, ricordando come le aziende friulane del settore “hanno adottato tutti i protocolli necessari anti Covid per garantire la sicurezza di lavoratori, collaboratori, fornitori e clienti”.

La ripartenza

Nel corso di questo mese - aggiunge Luci - avremo sicuramente un’indicazione più precisa di come sta reagendo e di come reagirà il mercato. L’augurio è che il contraccolpo economico sia il meno impattante possibile”. Unire le forze è la parola d’ordine che utilizza il capogruppo. “Oggi più che mai - spiega - dobbiamo supportarci a vicenda, cercando di rimettere in moto una filiera che è composta da tutte quelle medio-grandi imprese, piccoli artigiani e microimprese che oggi caratterizzano il tessuto territoriale e sociale regionale”.

Le ipotesi

La ricetta che propone Alexandro Luci è semplice: “Invito tutte le aziende made in Friuli del mio comparto a mettere in rete i propri prodotti e servizi, nell’auspicio che le altre imprese operanti sul territorio si rivolgano a noi in via preferenziale. Ci siamo rimessi in moto - conclude il capogruppo - per ricomporre virtualmente delle fondamenta più solide per le nostre aziende. Se uniremo le forze, ripartiremo molto più velocemente”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Privilegiare il made in Friuli per rimettere in moto la filiera delle costruzioni»

UdineToday è in caricamento