Municipio devastato a colpi di accetta, l'autore è ancora troppo aggressivo

Resta in carcere il 50enne che lo scorso 8 dicembre fece irruzione in Comune a Precenicco rompendo mobili e vetrate

Troppo aggressivo anche in carcere per godere del beneficio premiale del braccialetto elettronico. Così il 50enne di Precenicco che lo scorso 8 dicembre, armato di un'accetta, devastò letteralmente il municipio del Comune della Bassa rimane in alla casa circondariale di via Spalato dove, nonostante avesse diritto agli arresti domiciliari, era costretto a stare in attesa che gli arrivasse il braccialetto (ci vogliono diversi mesi prima che il supporto venga consegnato).

L'episodio: entra in Comune e distrugge tutto

Contro avvocato e personale sanitario

A suo sfavore gioca anche l'atteggiamento nei confronti del personale sanitario e pure del suo avvocato d'ufficio, considerato troppo litigioso. I carabinieri dell'Aliquota operativa della Compagnia di Latisana, comandati dal capitano Nicola Guercia, hanno così dato esecuzione all'ordine di carcerazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Denudati e perquisiti al gelo: l'incubo durante il tour europeo di due musicisti friulani

  • Schianto fatale lungo la regionale 356, perde la vita un motociclista

  • "Continuate a cenare tranquilli, noi vi rapiniamo casa"

  • Incidente mortale a Faedis, la vittima è il 56enne Michele Cabas

  • Ultrà friulano aggredisce supporter della squadra avversaria e scappa

Torna su
UdineToday è in caricamento