rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Cronaca

Civismo udinese per il 60° di sacerdozio di Monsignor Borgo

La gratitudine della più attiva società civile e culturale di Udine allo storico Rettore della Cappella Universitaria di San Cristoforo, “intellettuale, predicatore, uomo libero”.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Nell'apprendere dalla stampa delle celebrazioni, a Coderno di Sedegliano, del 60° di sacerdozio di mons. “Nicolino” Borgo, il prof. Alberto Travain, presidente del Movimento Civico Culturale Alpino-Adriatico “Fogolâr Civic”, del Circolo Universitario Friulano “Academie dal Friûl”, del Coordinamento “Europa Aquileiensis” nonché Delegato Presidenziale del Club per l'Unesco di Udine per la formazione civica e la cittadinanza attiva, ne ricorda in particolare la valida missione come Rettore della Cappella Universitaria di Udine, quando la chiesa urbana di San Cristoforo era gremita di fedeli, intellettuali, cittadini, che vi accorrevano per ascoltare le sue profonde e aggiornate omelie. “Fu prezioso interlocutore e collaboratore per le iniziative del Circolo Universitario Friulano 'Academie dal Friûl' tese a rinnovare in seno all'ateneo e nel territorio una coscienza culturale e civica radicata nella conoscenza delle memorie locali. Grazie a 'don Nicolino', come l'abbiamo sempre chiamato, San Cristoforo è stato, a cavallo tra i due millenni, uno dei principali luoghi legati allo sviluppo del mito sociale contemporaneo del Patriarca Bertrando, mito accreditato poi anche a livello istituzionale con la proclamazione del personaggio a 'Patrono Civile' della città, deliberata nel 2001, su istanza popolare, dal Comune di Udine”. E conclude il leader civista ed euroregionalista udinese: “In lui, moltissimi di noi, cittadini, abbiamo apprezzato, laicamente parlando, non soltanto l'intellettuale, il grande oratore o, in termini ecclesiastici, il 'predicatore', ma l'uomo libero nelle idee e nell'agire. Bonsignôr, graciis! Che Al sepi che a Udin no si dismenteiLu!”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civismo udinese per il 60° di sacerdozio di Monsignor Borgo

UdineToday è in caricamento