menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Servizio civile universale 2021: per il Comune di Cividale adesioni da record

Alla selezione potevano accedere ragazzi tra i giovani fra i 18 e i 28 anni, i colloqui sono stati 42 giovani per 6 posti  

Si sono conclusi da pochi giorni i colloqui per le selezioni del bando di servizio civile universale che quest’anno ha visto partecipare, per il Comune di Cividale del Friuli, nell’ambito del progetto “Culture da scoprire in FVG: Cividale, Gemona e Fiumicello Villa Vicentina”, ben 42 ragazzi (su 48 domande).
Tale progetto, promosso dalle A.C.L.I. (che hanno svolto un’eccezionale attività di supporto al Comune stesso)  era rivolto ai giovani fra i 18 e i 28 anni e vedeva, per Cividale, la disponibilità di sei posti: due presso l’ufficio Cultura, due in Biblioteca e altri due all’ufficio Turismo.
Un’opportunità molto interessante, questa del servizio civile, su due fronti – commenta il sindaco Daniela Bernardi – per giovani che desiderano mettersi a disposizione della città di Cividale e della sua comunità, nonchè crescere personalmente e lavorativamente all’interno di una realtà come quella di un ente pubblico”.
Attualmente i ragazzi impiegati in Comune sono tre: Alessia Palombo e Anita Pitassi presso l’ufficio Cultura, Rocco Pangallo in biblioteca.  Per la prossima tornata un vero e proprio boom di domande: “I numeri di adesione sono andati ben oltre le aspettative, grazie anche al lavoro di promozione svolto proprio dagli attuali volontari in servizio presso l’Ufficio Cultura - riferisce Alberto Meli,  formatore e selettore di servizio civile per le Acli nazionali e responsabile del servizio civile per le Acli del Friuli Venezia Giulia - lavoro iniziato a seguito di un incontro formativo con me e poi proseguito autonomamente con comunicazioni promozionali incentrate soprattutto sui canali social del Comune”.
I nuovi volontari - prosegue Meli - avranno anche l’opportunità di iniziare l’esperienza assieme agli attuali ragazzi in servizio che, a fine giugno, passeranno poi definitivamente il testimone. Una bellissima staffetta, dunque, fra giovani”.

Le responsabili dei settori  Turismo, Cultura e Personale che hanno condotto con Meli i colloqui confermano che “i ragazzi che hanno partecipato alle selezioni sono stati tutti molto propositivi ed entusiasti dell’opportunità offerta dal Comune, essendo consapevoli dell’importanza derivante da una esperienza così formativa a servizio della comunità e avendo ben chiaro anche il valore aggiunto di un primo approccio lavorativo in un contesto molto stimolante come quello di Cividale del Friuli”.
Le graduatorie saranno pubblicate sul sito nazionale delle Acli nelle prossime settimane e i ragazzi selezionati inizieranno il loro nuovo percorso dal 25 maggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Tutti a vaccinarsi, mega coda in Fiera a Udine

Attualità

Coronavirus, in Friuli continuano a calare ricoveri e contagi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento