Cronaca

Trasporto pubblico, "ora servono impegni precisi"

Pittelli (Fit Cisl Fvg) e Tina Cupani (Cisl Scuola Fvg): “Non perdere altro tempo”

“Abbiamo degli strumenti che si possono utilizzare, ora l’importante è decidere senza perdere più tempo”: Antonio Pittelli, segretario generale della Fit Cisl Fvg, e Tina Cupani, referente della Cisl Scuola Fvg, vanni dritto al punto. “Accogliamo molto favorevolmente una cabina di regia regionale che unisce Scuola e Trasporti” – dicono, ricordando la richiesta in questo senso sollecitata più volte, già prima dell’aperura delle scuole. “Gli strumenti da potere utilizzare sono vari – affermano ancora Pittelli e Cupani – a cominciare dall’utilizzo dei bus turistici, che pagano ancora oggi il blocco di tutto il settore dei viaggi e sono fermi nelle rimesse da mesi. Ma in un’ottica di rimodulazione degli orari di entrata ed uscita dalle scuole, anche l’utilizzo di Ncc e Taxi, deve essere considerato. Tra l’altro, anche questi, fortemente colpiti dalla riduzione degli spostamenti e che queste misure potrebbero aiutare a sopravvivere”.

Per la Cisl sarà, inoltre, da ripensare l’orario invernale, riducendo le corse che ora a causa delle limitazioni di movimento viaggiano scariche, andando a potenziare le fasce che “sappiamo già con la riapertura delle scuole saranno più sofferenti”, se non si penserà ad un importante piano di rimodulazione degli orari scolastici. “Lavorare sui trasporti – incalza per la Cisl Fvg, il segretario Franco Colautti – è fondamentale per salvaguardare la scuola al momento della riapertura e non ricadere negli errori dei mesi scorsi. Dobbiamo – conclude – lavorare in piena sinergia e fare in modo che la scuola continui ad essere un luogo sicuro ed accessibile, e che non vada vanificato l’impegno ed il lavoro di tutti i dirigenti, personale ed enti locali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto pubblico, "ora servono impegni precisi"

UdineToday è in caricamento