Cronaca Centro / Piazza Guglielmo Marconi

Cinque mesi e 800 mila euro per rifare piazza Marconi

Il Comune spera di avviare i lavori già da gennaio. L'aspetto sarà omogeneo a quello di via Mercatovecchio

Piazza Marconi avrà una nuova veste. Lo annuncia il vicesindaco Michelini: "Vogliamo dare a quest'area un nuovo ruolo all'interno della città. Si chiama piazza ma tutti la percorrono come fosse una strada e non si fermano". L'aspetto dell'area sarà realizzato in continuità con l'aspetto di via Mercatovecchio. Per il lavori sono stati stanziati 800 mila euro, ma le tempistiche di realizzazione sono ancora incerte. Una volta affidati i lavori al vincitore del bando, sono previsto 150 giorni la realizzazione. Il Comune spera di ottemperare a tutte le questioni burocratiche quanto prima in modo da partire con il cantiere già da gennaio. Michelini: "Prima riusciamo a iniziare, prima riusciamo a finire."

Storia

In origine, vista la sua vicinanza con via Mercatovecchio, vi sorgevano edifici destinati a essere abitazioni degli artigiani ed era zona di cerniera e collegamento tra la porta del Castello e la porta di Gemona. Solo nel 1521 viene coperta con acciottolato, fino a quel momento era sterrata. La prima pavimentazione in pietra risale al 1764. Tra il 1920 e il 1940, come in altre parti d'Italia, fa la sua comparsa il cubetto di porfido, adatto a sostenere un nuovo traffico veicolare. Dalla ricerca storica emerge poi che la piazza sia stata allargata nel corso degli anni 30 per permettere il passaggio del tram. E per farlo sono stati abbattuti degli edifici.

Il progetto

Si è deciso di portare la strada a livello dei marciapiedi, eliminando tutti i dislivelli, anche per sottolineare che si tratti di una piazza  e  piuttosto che di una strada. Sarà utilizzata la pietra a forma di lastre di larghezza di trenta centimetri con lunghezza a correre. Le lastre hanno due tipi di finiture: una finitura rigata in diagonale e una bocciardata. Sulla strada sarà inserita una pietra più chiara che segnerà il perimetro degli edifici demoliti negli anni 30.  Per dare lustro all Biblioteca Joppi, il palazzo più importante ad affacciarsi sulla piazza, si è deciso di sottolinearne la sua monumentalità non solo da un punto di vista architettonico ma anche civico e culturale. La pavimentazione avrà quindi un disegno in modo da dare una visione convergente per chi arriva da via Paolo Sarpi.  Questa pavimentazione avrà anche una sua funzionalità a servizio della biblioteca come spazio esterno per organizzare manifestazioni ed eventi.

3193-2021-08-30-03_2- PRO PLAN GENERALE_pages-to-jpg-0001-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinque mesi e 800 mila euro per rifare piazza Marconi

UdineToday è in caricamento