menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Branco di cinghiali in autostrada: chiusa in entrambe le direzioni

Questa mattina un branco di cinque cinghiali è stato avvistato in autostrada, nel tratto della A4 tra Palmanova e Villesse

Ancora cinghiali segnalati sulle strade del Friuli Venezia Giulia: questa volta la presenza ha riguardato il tratto autostradale della A4 tra Palmanova e Villesse (Bivio A4/A34) che è stato chiuso in entrambe le direzioni. A quanto si tratta di un branco di cinghiali composto da 5 animali selvatici, che hanno occupato entrambe le carreggiate. Per scongiurare incidenti sono state istituite le uscite obbligatorie a Palmanova in direzione Trieste e Villesse in direzione Venezia. Sul posto ci sono il personale di Autovie Venete, la polizia stradale e i veterinari dell’Azienda sanitaria.  

Chiusure per lavori

Autovie ricorda inoltre che fino alle 8.00 di domenica 17 gennaio non è consentito percorrere il ramo Udine – Trieste del bivio di Palmanova (A4/A23) per il completamento del nuovo cavalcavia sulla direttrice di marcia. Al momento chi proviene dalla A23 (Udine/ Tarvisio) ed è diretto a Trieste deve uscire al casello di Udine Sud percorrere la viabilità ordinaria segnalata dalle frecce gialle e rientrare a Villesse.

Aggiornamento

Riaperto poco dopo le 11.30 il tratto autostradale Palmanova – Villesse in entrambe le direzioni. A seguito della segnalazione di alcuni automobilisti e grazie al tempestivo intervento del personale di Autovie Venete e della Polizia Stradale è stato possibile chiudere il tratto impedendo così conseguenze gravi agli automobilisti. Liberata la sede stradale dalla presenza degli animali selvatici la situazione è tornata alla normalità.

Coldiretti Fvg: «Cinghiali in libertà emergenza primaria»

Coldiretti Fvg denuncia da tempo la situazione insostenibile di 20mila cinghiali liberi di circolare sul territorio regionale nelle campagne e nelle aree urbane, a danneggiare le colture e a mettere a rischio la sicurezza dei cittadini. «La presenza stamattina di alcuni esemplari in A4, con tanto di chiusura delle carreggiate, purtroppo, non ci sorprende – osserva il delegato confederale in Fvg Giovanni Benedetti –. È stata solo per una casualità che non si siano registrati incidenti e vittime».  Di incidenti, nei mesi scorsi, ce n’erano invece stati. Uno sempre in A4, in zona Portogruaro, un altro in zona Nimis, con due donne rimaste ferite in modio serio. La notizia di oggi, prosegue Benedetti, «non fa altro che confermare gli allarmi di lunga data della Coldiretti. Questo ennesimo episodio deve necessariamente portare anche le istituzioni a prendere in mano la situazione e a non limitarsi alle solite affermazioni di rito. Comprendiamo che il momento sia particolare e che la pandemia faccia convergere gli sforzi su altri fronti, ma quella dei cinghiali è una criticità che va affrontata prioritariamente. Non è più solo una questione di risarcimenti, ma è diventato un fatto di sicurezza delle persone».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento