Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

«Giunta dalla parte dei cittadini, non come quelle precedenti dalla parte dei delinquenti»

Bufera per una dichiarazione dell'assessore alla sicurezza Alessandro Ciani apparsa sia su Facebook che in un comunicato stampa (poi riveduto e corretto). Il leghista: «Volevo solo sottolineare che con la precedente amministrazione c’è stato un buonismo diffuso». Vincenzo Martines: "Mai successo di sentire cose così gravi"

Bufera a meno di tre ore dallo sbarramento della scalinata di via Cernaia applicato ieri. Un polverone nato non tanto per la misura di sicurezza in sé, quanto per una dichiarazione espressa poco l'avvio della misura di sicurezza dall’assessore Alessandro Ciani, intervenuto proprio in loco per verificare la chiusura dell'accesso al cavalcavia "Santi Ermacora e Fortunato" . L'infelice frase, pubblicata anche sul profilo Facebook del Comune (che appare tuttora nella cronologia del post poi modificato) è la seguente: «Posso dire che i cittadini hanno capito che questa Giunta è dalla parte loro e non, come quelle precedenti, dalla parte dei delinquenti». Palese l'accusa riferita alle due amministrazioni Honsell. Un'affermazione forte, per molti anche grave, e che infatti non ha mancato di rimbalzare "screenshottata" fra i cellulari di molti dei consiglieri dell'opposizione del Comune di Udine e fra i componenti della Giunta precedente. 

Gli ex assessori di Honsell chiedono le dimissioni di Ciani 

Errore di comunicazione: 

Dopo meno di tre ore, avvisato della "gaffe", lo stesso Ciani ha quindi provveduto a far modificare il comunicato inviato alle testate giornalistiche e il post sul portale Facebook. Oltre all'errata corrige, l'assessore ha poi voluto esprimere le sue scuse attraverso il Messaggero Veneto. «Non era mia intenzione offendere nessuno tanto meno dare dei delinquenti ai precedenti assessori - ha spiegato-. Si è tratto di un refuso, un errore nella comunicazione. Da parte mia volevo solo sottolineare che con la precedente amministrazione c’è stato un buonismo diffuso mentre per noi i temi della sicurezza e della legalità sono prioritari. In passato è stato fatto poco o nulla noi invece stiamo cercando di risolvere i problemi».

Vincenzo Martines: "Mai successo di sentire cose così gravi"

«Nessuno è mai stato dalla parte dei delinquenti»precisa il consigliere del Pd ed ex candidato sindaco Vincenzo Martines, componente della prima giunta Honsell in qualità di vicesindaco«A Udine non era mai successo di sentire cose così gravi - aggiunge Martines-. Il rispetto sembrava essere la caratteristica della vita istituzionale nella nostra città. Una città operosa con i suoi temi delicati, ma incapace di denigrare la storia delle proprie istituzioni. L’assessore si è espresso con una offesa incredibile contro chi ha governato prima di lui e di Fontanini. Nessuno dei suoi predecessori si merita di essere offeso gratuitamente e in questo modo sguaiato e inquietante. L’assessore ha fatto rimuovere le parole ingiuriose. “Un refuso”, dice, “un errore nella comunicazione”, un refuso lungo una frase a chiusura di un comunicato ufficiale: la chiusura, che è la parte comunicativamente più importante di un qualsiasi discorso retorico. Mi auguro e credo - conclude il consigliere del Partito Democratico - che Fontanini saprà reagire a questa ingiuria istituzionale di un suo delegato».

Bertossi attacca Fontanini e il suo l'ufficio stampa, ma difende Ciani

La prima versione:

DEGRADO ZONA STAZIONE: CIANI, CHIUSA E RIPULITA SCALA VIA CERNAIA, NESSUNA TOLLERANZA PER CHI VIVE FUORI DALLE REGOLE CIVILI

“Oggi abbiamo compiuto un nuovo e importante passo verso il ritorno alla normalità della città di Udine, diventata negli anni una vera e propria giungla fatta di spaccio, prostituzione e criminalità. Questa mattina infatti, assieme alla Polizia di Prossimità, abbiamo finalmente chiuso e ripulito scala Ermacora e Fortunato, che collega via Cernaia al cavalcavia che immette in viale Palmanova, diventata un punto di ritrovo per spacciatori e consumatori di eroina, come dimostra la presenza tra i rifiuti di siringhe e strisce di carta stagnola annerite dalla fiamma dell’accendino. Ma evidentemente i frequentatori della scalinata si intrattengono anche in altri modi, considerando i molti preservativi usati abbandonati sui gradini. I cittadini di Udine non possono rimanere ostaggi di spacciatori, consumatori di eroina e prostitute ed è per questo che da parte di questa Giunta non c’è e non ci sarà alcuna tolleranza nei confronti di chi decide di vivere al di fuori delle regole della convivenza civile stabilite dalla legge. Ringrazio quindi tutti i cittadini della zona che mi hanno segnalato questa situazione inaccettabile e rivolgo un appello a chiunque assista in futuro a scene o situazioni del genere: contattatemi, sono a vostra disposizione. E considerando le tantissime richieste di intervento, le segnalazioni e i ringraziamenti per quanto stiamo facendo, posso dire che i cittadini hanno capito che questa Giunta è dalla parte loro e non, come quelle precedenti, dalla parte dei delinquenti”.

La seconda versione ricorretta

+++ SOSTITUISCE IL COMUNICATO PRECEDENTE - DEGRADO ZONA STAZIONE: CIANI, CHIUSA E RIPULITA SCALA VIA CERNAIA, NESSUNA TOLLERANZA PER CHI VIVE FUORI DALLE REGOLE CIVILI +++

“Oggi abbiamo compiuto un nuovo e importante passo verso il ritorno alla normalità della città di Udine, diventata negli anni una vera e propria giungla fatta di spaccio, prostituzione e criminalità. Questa mattina infatti, assieme alla Polizia di Prossimità, abbiamo finalmente chiuso e ripulito scala Ermacora e Fortunato, che collega via Cernaia al cavalcavia che immette in viale Palmanova, diventata un punto di ritrovo per spacciatori e consumatori di eroina, come dimostra la presenza tra i rifiuti di siringhe e strisce di carta stagnola annerite dalla fiamma dell’accendino. Ma evidentemente i frequentatori della scalinata si intrattengono anche in altri modi, considerando i molti preservativi usati abbandonati sui gradini. I cittadini di Udine non possono rimanere ostaggi di spacciatori, consumatori di eroina e prostitute ed è per questo che da parte di questa Giunta non c’è e non ci sarà alcuna tolleranza nei confronti di chi decide di vivere al di fuori delle regole della convivenza civile stabilite dalla legge. Ringrazio quindi tutti i cittadini della zona che mi hanno segnalato questa situazione inaccettabile e rivolgo un appello a chiunque assista in futuro a scene o situazioni del genere: contattatemi, sono a vostra disposizione. E considerando le tantissime richieste di intervento, le segnalazioni e i ringraziamenti per quanto stiamo facendo, posso dire che i cittadini hanno capito che questa Giunta è dalla loro parte”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Giunta dalla parte dei cittadini, non come quelle precedenti dalla parte dei delinquenti»

UdineToday è in caricamento