Scuola primaria inagibile a Prepotto, fondo di 60mila euro per garantire le lezioni

Previsto un contributo straordinario dalla Regione Fvg per il noleggio di una struttura temporanea

La scuola primaria Dante Alighieri di Prepotto

Un contributo straordinario di 60mila euro sarà assegnato al Comune di Prepotto, a seguito della chiusura della scuola primaria Dante Alighieri, per consentire il regolare svolgimento delle attività scolastiche utilizzando una struttura a noleggio e soprattutto considerando l'impossibilità di accogliere la richiesta di finanziamento dell'amministrazione comunale sul fondo per il concorso agli oneri dei Comuni e delle Unioni territoriali intercomunali derivanti da eventi di natura straordinaria o imprevedibile.

Lo ha detto l'assessore regionale alle Autonomie locali, Pierpaolo Roberti, motivando da un lato il rigetto dell'istanza del Comune di ottenere le risorse previste dal fondo e dall'altro la conseguente necessità di soddisfare la richiesta dell'ente. "La Giunta regionale non ha potuto accogliere la domanda di contributo a valere sul fondo accadimenti perché non rientrava nei criteri previsti dal regolamento ma siamo intervenuti con un contributo straordinario di 60 mila euro, in assestamento di bilancio, per il noleggio di una struttura che garantisca la continuità scolastica". 

Il finanziamento richiesto dall'amministrazione comunale sul fondo era nato a seguito dell'ordinanza, contingibile ed urgente, con cui era stata disposta, lo scorso marzo, la chiusura della scuola primaria Dante Alighieri di Prepotto per non aver superato la verifica di vulnerabilità sismica. La conseguenza fu il trasferimento delle 5 sezioni della scuola primaria nei locali della materna e della sede municipale e l'istanza di contributo
per il noleggio di una struttura di 240 mq per il prossimo anno scolastico per la durata di 12 mesi per dotarsi di locali adeguati per lo svolgimento delle lezioni. L'attività istruttoria aveva rilevato che la domanda dell'ente
non aveva i requisiti previsti dal regolamento in relazione alla natura straordinaria o imprevedibile dell'accadimento; da qui la necessità di presentare l'emendamento in Aula nei giorni scorsi. 

"Se da un lato, dunque, è stata approvata oggi la delibera che nega il contributo sulla linea di finanziamento riferita al fondo - ha specificato Roberti - dall'altro abbiamo presentato una norma per dare risposta al Comune e garantire la continuità scolastica".

Potrebbe interessarti

  • "20 motivi per cui Udine è davvero la città peggiore d'Italia", l'articolo virale sui social

  • Api, vespe e calabroni: come allontanarli con rimedi naturali

  • Come riconoscere l'allergia al nichel

  • Ristoranti vegani: dove andare in città?

I più letti della settimana

  • Giallo sulla morte di Anamaria, la giovane parrucchiera trovata morta in un bosco

  • Turista posteggia l'auto sul lungomare di Lignano e lascia il cane chiuso dentro

  • Tragica fatalità, agricoltore muore dopo aver acquistato un trattore

  • Incidente stradale, il bilancio è di un morto e tre feriti

  • Sequestrati in provincia di Udine 100 kg di preparato per gelato scaduto

  • La Guardia di Finanza ad Aria di Festa, cucina ferma e centinaia di avventori in protesta

Torna su
UdineToday è in caricamento