menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quartiere Aurora: la telefonata ai Vigili del fuoco le salva la vita

Un'anziana residente in via Divisione Garibaldi Osoppo ha rischiato la vita a causa delle esalazioni da monossido di carbonio. I consigli de centralino del 115 sono stati fondamentali

Una telefonata al centralino dei Vigili del fuoco. È così che Silvana Sturmigh, 63enne residente in via Divisione Garibaldi Osoppo, ha avuto salva la vita. La donna ha chiamato in via Popone sospettando ci fosse qualcosa di storto nell'impianto di riscaldamento, visto che stava avvertendo una sensazione di pesantezza. A quel punto il centralinista ha percepito potesse trattarsi di intossicazione da monossido e le ha consigliato di aprire le finestre e spegnere la caldaia. Così l’anziana ha eseguito alla lettera, e all’arrivo di Vigili del fuoco e personale del 118 si sentiva già meglio, ma è stata trasportata in ospedale per i dovuti controlli. Nei locali è stata rilevata una concentrazione di monossido di carbonio potenzialmente letale, nonostante la caldaia fosse stata controllata e fosse di produzione abbastanza recente.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento