rotate-mobile
Cronaca Paluzza

Ciccio, il cervo goloso di mele, verrà trasferito dalle Alpi Carniche alle Giulie

Le scorribande dell'animale, noto per i suoi continui avvicinamenti ai bambini e agli abitanti della valle del Bût, non si ripeteranno più. Il Corpo Forestale dello Stato ha deciso di trasferirlo, per la sua incolumità, nella Foresta di Tarvisio

A Casali Sega-Timau era diventato uno di casa, nonostante in realtà abitasse ai piedi delle maestose pareti rocciose della Creta di Timau. Numerosi, infatti, erano stati lo scorso autunno gli avvistamenti del cervo, soprannominato dagli abitanti delle frazioni di Paluzza con il nome Ciccio.  Dalla scorsa primavera diverse persone lo avevano immortalato con il proprio smartphone avvicinarsi alle abitazioni della zona alla ricerca di cibo e forse di compagnia. Goloso, ma abbastanza timido, Ciccio veniva facilmente convinto ad avvicinarsi con delle offerte di cibo. Veniva in particolar modo attratto dalle mele. Ora, a distanza di molte settimane dal suo ultimo avvistamento (l'ultimo risale ai primi giorni di dicembre), il Corpo Forestale dello Stato ha deciso di trasferirlo e di spostarlo nella più sicura Foresta di Tarvisio, il parco demaniale più grande d’Italia con i suoi 24 mila ettari, tra le Alpi Carniche e quelle Giulie, dove l’Italia incontra l’Austria e la Slovenia. L'operazione è stata programmata da alcuni giorni e avverrà a breve. Si vogliono per lo più scongiurare i suoi continui spostamenti a valle ed evitare che la sua eccessiva confidenza all'uomo e alla “modernità” possa in qualche modo nuocergli e metterlo in pericolo.

Lo ricordiamo, già una volta la Forestale si era vista costretta a portarlo da Casteons di Paluzza in altura, sul Monte Coglians, nelle vicinanze del rifugio Marinelli, lontano dai centri abitati. In quell'occasione Ciccio fu tratto in salvo dopo essere stato trovato con le corna impigliate ad una catena. All'epoca l'intero paese si mobilitò per prestargli soccorso, che risultò in particolar modo lento e difficoltoso a causa delle lacune burocratiche del nostro sistema. Dopo quell'episodio, come detto, con l'arrivo dell'autunno e la maggiore difficoltà di reperimento di cibo, era tornato a fare visita agli abitanti della vallata, accettando cibo e “gozzovigliando” allegramente fra Paluzza e il passo di Monte Croce Carnico.

Cervo Ciccio-2

Cervo Ciccio3-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciccio, il cervo goloso di mele, verrà trasferito dalle Alpi Carniche alle Giulie

UdineToday è in caricamento