La certificazione energetica degli edifici pubblici diventa solo online

Dal 5 aprile l'Ape, l'Attestato di Prestazione Energetica, dovrà essere depositato esclusivamente attraverso il sistema informativo regionale Sirape, ovvero il catasto digitale che consente di conoscere la prestazione energetica del parco edilizio regionale

Dal 5 aprile gli attestati di prestazione energetica degli edifici (Ape) dovranno essere depositati  esclusivamente in via telematica attraverso il sistema informativo regionale (Sirape). Le funzionalità del software e il contesto normativo di applicazione sono stati illustrati oggi a Udine nel corso di un convegno organizzato dall'amministrazione regionale, in collaborazione con gli Ordini professionali di architetti, geometri e periti industriali di Udine. Sebastiano Cacciaguerra, direttore servizio energia della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, Angela Sanchini, energy  manager Insiel e Oliviero Pagnacco, applications services Insiel, sono intervenuti sulla normativa di riferimento, sugli aspetti legati al catasto Ape e sul funzionamento dell'applicativo web accessibile dal link https://sirape.regione.fvg.it. Il sistema è stato sviluppato da Insiel per la direzione regionale Ambiente ed Energia, in applicazione delle norme nazionali, del Piano energetico regionale e della L.R. 3/2018 recante "Norme urgenti in materia di ambiente ed energia".

L'incontro ha chiarito che l'attestato di prestazione energetica degli edifici è rilasciato per nuove costruzioni, ristrutturazioni importanti, compravendite di edifici, appartamenti o quote degli stessi, locazioni (con nuovo contratto) di edifici, appartamenti o quote degli stessi, edifici utilizzati da pubbliche amministrazioni e aperti al pubblico con superficie utile totale superiore a 250 metri quadrati, contratti, nuovi o rinnovati, relativi alla gestione degli impianti termici o di climatizzazione degli edifici pubblici, o nei quali figura come committente un soggetto pubblico. È stato precisato inoltre che l'Ape non sostituisce ma si aggiunge all'Aqe (attestato di qualificazione energetica), ancora vigente; in ogni caso, dal prossimo 5 aprile, gli unici Ape utilizzabili saranno quelli presenti nell'archivio digitale.

Sirape

Alla piattaforma posso accedere i cittadini per visionare il catasto degli Ape depositati in Regione, con possibilità di individuare l'immobile di interesse sia su mappa che tramite i codici catastali, per consultare l'elenco dei certificatori energetici accreditati dalla Regione Friuli Venezia Giulia e per avere statistiche relative ai dati energetici contenuti negli attestati stessi; i notai (e i dipendenti degli studi notarili) per scaricare gli attestati e i relativi allegati in originale; i dipendenti degli Enti pubblici (Regione, Comuni, ATER,...) per ottenere gli attestati in originale e per le statistiche sui dati energetici; i soggetti certificatori (sia tecnici abilitati che Enti pubblici/organismi di diritto pubblico operanti nel settore dell'energia e dell'edilizia, organismi pubblici o privati qualificati ad effettuare attività di ispezione nel settore delle costruzioni edili, opere di ingegneria in generale e impiantistica connessa) per l'invio degli attestati. Nel caso di offerta di vendita o di locazione, i corrispondenti annunci, effettuati tramite tutti i mezzi di  comunicazione commerciali, devono riportare le seguenti informazioni: gli indici di prestazione energetica dell'involucro (invernale ed estivo), l'indice di prestazione energetica globale dell'edificio o dell'unità immobiliare, sia rinnovabile che non rinnovabile, la classe energetica corrispondente.

La norma prevede inoltre specifici requisiti per i certificatori energetici e fissa gli obblighi di sopralluogo per il rilascio della certificazione. Per chiarimenti la Regione ha attivato un numero verde gratuito da telefono fisso (800 098 788 da cui selezionare '4' e poi '2' - settore APE) ed un numero telefonico per chiamate da cellulare (040 06 49 013) oltre ad un indirizzo mail a cui si possono inoltrare richieste o segnalazioni: ediliziasostenibile@insiel.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere in mare a Portopiccolo, è quello dell'udinese scomparsa da casa

  • Mamma e figlia mollano tutto, si diplomano insieme e aprono un locale

  • Denudati e perquisiti al gelo: l'incubo durante il tour europeo di due musicisti friulani

  • In onda stasera su Rai1 il film di Oleotto girato a Udine

  • 50 ettolitri di vino "abusivo" in una cantina, maxi multa per il proprietario

  • Schianto fatale lungo la regionale 356, perde la vita un motociclista

Torna su
UdineToday è in caricamento