Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Aiello del Friuli

Centro di raccolta di rifiuti ingombranti da 400mila euro, ma il servizio esiste già

A renderlo noto è Rudi Buset, capogruppo della lista Progetto Comune nel Consiglio comunale di Aiello del Friuli spiegando che il medesimo servizio esiste già in forma convenzionata con i comuni limitrofi con un costo annuo di soli 6000€.

"Oltre 400mila euro per servizio che esiste e funziona"

"Progetto Comune è contrario all’utilizzo di circa 430mila euro voluto dalla giunta del sindaco Festa per progettare e realizzare un centro di raccolta di rifiuti ingombranti. È un passo indietro rispetto alla convenzione con i comuni di Bagnaria Arsa e Palmanova stipulata dalla precedente amministrazione: assurdo spendere 66 volte tanto rispetto al costo annuale per lo stesso servizio, pari a 6.000 euro nel bilancio del 2021. A questa cifra, peraltro provvisoria, si dovranno sommare i costi di gestione della struttura con dei dipendenti ad essa dedicati e la rendicontazione degli uffici".

Lo rende noto Rudi Buset, capogruppo della lista Progetto Comune nel Consiglio comunale di Aiello del Friuli (Udine), spiegando il voto contrario nella seduta del 29 dicembre 2021, che aveva all’ordine del giorno delibere che prevedono un intervento di 400.000 €, finanziato con l’avanzo di bilancio, e 28.700,00 € come anticipazione delle spese di progettazione, per la realizzazione di uno centro di raccolta di rifiuti ingombranti, intervento coperto da
un contributo regionale.

Le motivazioni

“La soluzione adottata in questi anni - sottolinea Buset - era perfetta considerando i costi-benefici. Un costo molto contenuto per un servizio gestito alla perfezione ad una distanza in linea con quelli che sono i normali spostamenti dei concittadini per varie esigenze della vita quotidiana”.

“L’intervento viene giustificato come 'servizio al cittadino', ma il servizio già c’è, funziona e costa poco; la prospettata realizzazione di un centro raccolta rifiuti non va - aggiunge il capogruppo dell'opposizione - nella direzione di modificare la situazione per alcune categorie in difficoltà. Per la persona, magari anziana, che ha problemi a conferire un rifiuto ingombrante nel centro di raccolta, nulla cambia se esso si trova ad Aiello o Bagnaria, avrà sempre le medesime difficoltà” - continua Buset – “Non siamo d’accordo neppure sul luogo dove si andrà a realizzare, riprendendo un progetto del 2013 presentato dalla prima giunta Festa. Un centro di raccolta rifiuti all’interno di un’area dove sono presenti da tempo impianti sportivi normalmente utilizzati dai cittadini non appare certo la miglior collocazione! oltre a ciò le vie di accesso, l’incrocio in via Mameli in particolare, non sono particolarmente adatte al passaggio di auto e mezzi pesanti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro di raccolta di rifiuti ingombranti da 400mila euro, ma il servizio esiste già
UdineToday è in caricamento