menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prestazioni sessuali a pagameto in un centro massaggi, arrestata la titolare

Operazione della Polizia e della Guardia di Finanza a Monfalcone: ai domiciliari una 33 enne, indagato il cognato

Un viavai di persone e una serie di annunci sui social network: tanto è bastato per fare insospettire le forze dell'ordine su ciò che si potesse nascondere all'interno di un centro massaggi di Monfalcone. E, infatti, la struttura "Hao Zai Lai", con un'aggiunta sul prezzo del massaggio, offriva prestazioni sessuali a pagamento. Per questo la titolare, una donna di 33 anni dello Zhejiang è finita agli arresti domiciliari con l'accusa di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione in concorso con il cognato, un uomo di 38 anni cinese che risulta indagato.

Il locale si presentava con la classica insegna e immagini orientali che pubblicizzavano massaggi rilassanti, energizzanti e rivitalizzanti in un ambiente tranquillo e discreto. Ma sui social network immagini piccanti e frasi particolari non sono sfuggite ai clienti di ogni età, dal pensionato allo studente che, durante il controllo della Squadra Mobile di Gorizia nell'indagine condotta con il Nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza, hanno dichiarato il motivo della visita, la prestazione ottenuta e l'importo corrisposto in contanti. Le prestazioni erano eseguite da giovani cinesi avvicendate periodicamente dalla titolare del centro massaggi per soddisfare i clienti.

Sotto fase di analisi le condizioni di vita, l'orario di permanenza nei luoghi di lavoro, la salubrità degli ambienti e l'evasione fiscale, per imputare precise responsabilità a chi gestiva il centro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Tutti a vaccinarsi, mega coda in Fiera a Udine

Attualità

Coronavirus, in Friuli continuano a calare ricoveri e contagi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento