smaltimento rifiuti / Beivars / Via Emilia, 127

Centomila euro dalle casse del Comune per smaltire i rifiuti sotto sequestro

Sarà l'amministrazione pubblica a pagare l'intervento di riqualificazione urbana su un deposito privato

Saranno prelevati 100mila euro dal fondo riserva del Comune di Udine per lo smaltimento di rifiuti pericolosi che si trovano in via Emilia 127, in un deposito sotto sequestro. Vista la natura del materiale presente, la giunta è costretta a destinare questa somma di denaro per provvedere allo sgombero. Si tratta di svariate tonnellate di pneumatici da smaltire e centinaia di batterie esauste. Ma è una manovra che viene fatta sostituendosi a chi avrebbe dovuto provvedere a questo intervento di riqualificazione urbana.

I fatti

I vigili del fuoco, su richiesta della polizia stradale, hanno effettuato un sopralluogo presso alcuni immobili, posti sotto sequestro, in via Emilia 127. Il materiale depositato è stato classificato come pericoloso, sia per la sua natura, sia per l’enorme quantità di rifiuti presente. Pneumatici e batterie accumulate senza che fosse rispettata alcuna misura antiincendio. Il sito era balzato agli onori della cronaca per le attività di gestione illecita di rifiuti, insieme ad un altro deposito situato a Pradamano. Un traffico internazionale di rifiuti che di fatto rivendeva i materiali pericolosi che poi venivano smaltiti senza nessuna accortezza, in violazione di ogni misura di tutela ambientale. 

La maxi operazione contro il traffico illecito di rifiuti

Nel deposito sono inoltre presenti parti di veicoli fuori uso, raee, ingombranti, bombole gpl e imballaggi. Il costo dello smaltimento è stato solo stimato, perché per certi tipi di rifiuti non è possibile fare un preventivo preciso.

Le dichiarazioni

L’assessore al bilancio Francesca Laudicina afferma: “Siamo costretti ad intervenire per non lasciare questi rifiuti pericolosi in balia degli eventi. Sono spese non prevedibili, che quindi finanziamo con un prelievo dal fondo riserva del Comune. Ci preme innanzitutto salvaguardare la salute pubblica dei cittadini. Questa manovra non modifica l’equilibrio del bilancio preventivo. Sarà anche data comunicazione del provvedimento al prossimo consiglio comunale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centomila euro dalle casse del Comune per smaltire i rifiuti sotto sequestro
UdineToday è in caricamento