menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centenario della Grande Guerra, celebrazioni oggi a Udine

Cerimonia al Tempio Ossario alla presenza di numerose autorità: all'appuntamento di 'Assoarma' hanno partecipato oltre mille persone

Si è tenuto oggi sabato 3 maggio, il primo atto delle celebrazioni per il Centenario della Grande Guerra in Friuli Venezia Giulia e che ha un significato particolare anche perché il 4 maggio 1861 nasceva l’Esercito Italiano.

Stamattina la cerimonia di benedizione e consegna della Bandiera del Centenario, simbolo massimo della memoria dei caduti nella Grande Guerra, al Comitato 4° Raduno Assoarma da parte del Presidente nazionale dell’Associazione nazionale del Fante, Antonio Beretta. Il rito si è svolto al Tempio Ossario, con l’arcivescovo di Udine, monsignor Andrea Bruno Mazzocato. Presenti alla cerimonia c’erano molte autorità civili e militari.

Erano presenti anche il sindaco di Udine Furio Honsell e l’assessore Alessandro Venanzi, il sindaco di Osoppo Luigino Bottoni, e per il Comune di Trieste l’assessore Laura Famulari, il presidente della Provincia di Udine Pietro Fontanini e l’assessore regionale Gianni Torrenti, accompagnati da molti consiglieri e rappresentanti delle Amministrazioni pubbliche. Prima della cerimonia di benedizione della Bandiera ha preso la parola il sindaco di Udine, che ha ricordato come “i nostri soldati portino la civiltà dove ancora non c’è. E un pensiero va a tutti i caduti nelle recenti missioni di pace, e uno ai marò, vittime di una clamorosa ingiustizia internazionale”.

Tutte le manifestazioni saranno accompagnate da una Bandiera, il Vessillo che sarà asperto con l’acqua benedetta, dono dell’Associazione del Fante, affidato per il futuro impiego al Comitato per la “Commemorazione del Centenario della Grande Guerra”. La Bandiera dopo la benedizione è stata consegnata al presidente del Comitato promotore e coordinatore Assoarma, generale Alberto Ficuciello, che ha letto alcuni messaggi (i testi in allegato), tra cui quello del Presidente della Repubblica Napolitano. Le mani della madrina della giornata, la medaglia d’oro al valor militare  (M.O.V.M.) Paola Del Din, che ha anche letto la Preghiera per la Patria, hanno consegnato la bandiera ad Assoarma. Alcuni studenti dell’Università di Udine hanno quindi letto alcune pagine dell’Albo d’Oro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento