menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piromani attaccano i cassonetti: ennesimo episodio a Udine

Nella notte tra sabato e domenica colpita la zona di Chiavris, tra le vie Maniago, Ermes di Colloredo e Pordenone

A Udine i vandali prendono nuovamente di mira i cassonetti dei rifiuti: questa volta a essere colpita è stata la zona di Chiavris/piazzale Osoppo, già presa di mira in precedenza.

Come riporta il Messaggero Veneto, per i vigili del fuoco di Udine accorsi sul posto verso le due di notte dopo lo scoppio di un cassonetto c’è stato altro lavoro poco più tardi, nelle vie Pordenone e Maniago, dove sono stati incendiati altri tre contenitori. Naturalmente ignoti gli autori dei gesti, che si sono dileguati. Bastano infatti un accendino, un pezzo di carta già dato alle fiamme e gettato all’interno del cassone per creare una facile combustione con le immondizie. E così Net e Comune devono fare i conti con i danni, che ammontano ad almeno 4, 5 mila euro. Ogni cassonetto costa circa mille euro e quelli incendiati sono ovviamente da buttare.

Quello dell’altra sera è solo l’ultimo episodio del genere. Una decina di cassonetti sono stati infatti incendiati uno dietro l’altro, costringendo i vigili del fuoco a un super lavoro, tra lunedì 24 e martedì 25 giugno. I vandali erano entrati in azione intorno alla mezzanotte. La prima chiamata era arrivata per un cassonetto in via Mantova. Nemmeno il tempo di arrivare e anche in via Del Pioppo, all’angolo con via Martignacco, era scoppiato un incendio. Altri focolai in via Passons, piazzale Diacono, via Ermes di Colloredo, via Maniago e via Nimis. Del caso si era occupata la polizia che puntava sui filmati di videosorveglianza delle telecamere comunali e dei negozi e gli istituti di credito della zona nella speranza di individuare i piromani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento