rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
alimentazione a scuola

Mense scolastiche: "Il servizio ora funziona, una rana su migliaia di pasti può capitare"

Si è svolta giovedì 26 maggio la commissione istruzione per parlare di mense scolastiche. Soddisfatta la nuova tecnologa alimentare Daniela Piussi: "Io mi sento di tranquillizzare tutti i genitori"

Un miglioramento evidente, ma che non è esente da imperfezioni. Dalla commissione istruzione, richiesta dall'opposizione in consiglio comunale per discutere degli ultimi problemi relativi alle mense scolastiche, è emerso il salto di qualità delle mense scolastiche fatto rispetto all'anno scorso, quando il ciclone si era abbattuto sul mondo della ristorazione nelle scuole di Udine. Durante la commissione, che si è svolta ieri, giovedì 26 maggio, i complimenti per il lavoro svolto non si sono risparmiati e a ridimensionare l'entusiasmo in aula è stata la nuova tecnologa alimentare Daniela Piussi. «?Ringrazio per gli innumerevoli complimenti ma a me risultano superflui perché io ho fatto solo il mio lavoro, come doveva essere fatto», ha dichiarato. «Il documento pubblicato sull'Albo pretorio ha creato falsi allarmismi. Ad un'analisi tecnica del documento ci sono 14 contestazioni da settembre a febbraio, per una ditta che ogni giorno fa 2300 pasti: parliamo di una percentuale molto bassa», ha dichiarato Piussi prima di esaminare nel dettaglio le contestazioni.

«Di queste 14 realmente attribuibili alla ditta ce ne sono solo 7. Abbiamo perso la credibilità in una frazione di secondo anche se il nostro lavoro è veramente tanto. Per quanto riguarda i corpi estranei, la ditta Camst sta facendo un ottimo lavoro ed è molto reattiva e parliamo di problematiche che si sono sviluppate all'inizio dell’anno: qualsiasi spunto di miglioramento viene risolto subito», ha confermato Piussi

«Le aziende alimentari hanno dei manuali di autocontrollo secondo la metodologia Hccp, di gestione di pericoli che potenzialmente possono occorrere in base al settore preposto, quindi è inverosimile - ha affermato la tecnologa - che corpi estranei come graffette e puntine siano presenti nel settore della ristorazione, tanto che non abbiamo imputato alcuna sanzione». Più problematica la questione relativa alla presenza di alcuni animali. «La rana è un pericolo e lo sanno anche le aziende che producono insalate pronte, a livello nazionale. Le aziende hanno il "rana detector" a infrarossi perché il pericolo può esserci. Come tutti gli strumenti ha dei limiti, aiuta a ridurre il pericolo ma non lo elimina al 100% per cui se la rana è piccola o è coperta di foglie non viene rilevata». Piussi, sostanzialmente, ha affermato che trovare nelle verdure insetti o altri animali, può succedere. «Una rana su 322mila pasti che in un anno scolastico sono forniti mi pare una percentuale bassissima, oltretutto non si muore qualora nel momento più sfortunato della nostra giornata dovessimo mettere in bocca una rana». Piussi ha poi continuato spiegando il caso specifico. «L'azienda ha segnalato al fornitore che c'era un problema e quest'ultimo ha detto quali sono gli strumenti che ha messo in campo. Capisco che non è piacevole, ma avendo lavorato anche in altre aziende molto grandi so che può succedere di trovare insetti. La possibilità è bassa ma non è mai uguale a zero e comunque non è un pericolo che va a compromettere la sicurezza alimentare... ben diversa è la puntina il cui uso in azienda non è comunque consentito», confermando di non aver attribuito alla Camst questa contestazione. 

«Io mi sento di tranquillizzare tutti i genitori. Per quanto riguarda le diete speciali, le cui contestazioni erano molto più critiche, abbiamo cambiato le procedure per migliorare il manuale di autocontrollo che aveva bisogno di feedback di ritorno, in quanto è un documento dinamico e non statico. Il passato era di quieto vivere - ha concluso la tecnologa - e al momento stiamo creando le basi per un'ordinaria positività del futuro, ma non stupitevi se ci saranno delle sanzioni perché faccio una pressione molto forte sul buon funzionamento delle cose, che è il mio lavoro».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mense scolastiche: "Il servizio ora funziona, una rana su migliaia di pasti può capitare"

UdineToday è in caricamento