menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Una casa per aiutare chi soffre di Alzheimer e demenza senile

E' realtà il progetto "La casa di Tino" di Vergnacco, una residenza che aiuterà i malati di Alzheimer e demenza senile insieme alle proprie famiglie

«Un'iniziativa innovativa che si inserisce a pieno titolo nelle linee guida regionali della riforma sanitaria e dove l'intervento del privato e l'accompagnamento del pubblico possono essere davvero utili».

Lo ha affermato, oggi, a Vergnacco, la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, intervenendo all'inaugurazione della Casa di Tino, una residenza destinata ad accogliere persone affette da demenza senile e Alzheimer che permetterà di attenuare il peso della convivenza dei familiari di persone colpite dalla patologia.

Un progetto innovativo

Secondo la presidente, "Abitare leggero - La casa di Tino" è un progetto innovativo per la nostra regione che rientra nelle
politiche regionali volte a favorire la promozione della domiciliarità. «Sono aumentate le malattie croniche, la società è cambiata evidenziando nuovi bisogni e - ha indicato Serracchiani - non sempre l'ospedale è la soluzione che per molto tempo è sembrata l'unica possibilità. Per questo, con la riforma abbiamo voluto investire nell'assistenza domiciliare per dare risposte assistenziali alle persone con malattie croniche».

Nell'affrontare una malattia grave come quella della demenza senile o dell'Alzheimer diventa necessario infatti, come ha sottolineato anche la Presidente, disporre di un luogo capace di trasmettere il senso e la dimensione della casa dove poter accudire e curare le persone affette da queste patologie.

La residenza

Il progetto, come ha illustrato Pietro Petrucco della onlus Vicini di Casa, è stato realizzato dall'associazione grazie alla donazione ricevuta nel ricordo di una persona, Tino Chiandetti, particolarmente impegnata nei processi di inclusione sociale dei portatori di handicap. Il lascito è consistito nell'abitazione a Vergnacco che è stata ristrutturata e trasformata in struttura con sei camere che potrà ospitare fino a 4 ospiti e due assistenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 12 i decessi, calano i ricoveri e le terapie intensive

Attualità

Covid, oggi in regione 336 positivi e 29 vittime

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento