Avvio del "casa per casa" a Laipacco, San Gottardo, Udine Est, Di Giusto

La fase tre avrà inizio lunedì primo giugno 2020. I cassonetti stradali saranno svuotati da giovedì 28 maggio

Il "casa per casa" arriva anche a Laipacco, San Gottardo, Udine Est e Di Giusto da lunedì primo giugno 2020. La Net Spa, inoltre, informa che i cassonetti stradali saranno svuotati e sgomberati da giovedì 28 maggio prossimo in tutti questi quartieri.

Fase tre

Si avvia, dopo lo stop forzato a causa della pandemia, anche la fase tre del porta a porta. Il ritiro dei cassonetti stradali sarà progressivo e sarà organizzato per zone, partendo da quelle meno densamente popolate. Le operazioni richiederanno circa una settimana. Per urgenze e conferimenti straordinari di rifiuti, sono attivi e disponibili per le ricezioni, i due centri di raccolta in via Stiria e via Rizzolo.

Gli orari

Centro di raccolta di via Stiria:
dal lunedì al sabato 07.00 – 17.00
domenica 08.00 - 12.00
 
Centro di raccolta di via Rizzolo
dal lunedì al sabato 07.00 – 17.00

Campagna digitale

Nel frattempo, la campagna digitale di Net Spa ha raccolto i frutti sperati, con ottimi risultati di coinvolgimento del pubblico. “Questo è il segnale – esordisce il direttore generale Massimo Fuccaro che stiamo vincendo una nuova e affascinante sfida nel campo della comunicazione ed informazione agli utenti in un periodo estremamente difficile e unico nella storia". La società, infatti, oltre alla applicazione Net casa per casa, ai consueti materiali informativi cartacei già a disposizione, sta sfruttando i social media e la nuove tecnologie interattive.

I numeri

I numeri, le visualizzazioni ma soprattutto le interazioni sui social dei video tutorial Net, in meno di due settimane di campagna informativa, sono importanti; senza contare il contatto diretto con gli utenti, mediante la specifica assistenza, tramite numero verde dedicato, gli sportelli (aperti esclusivamente su prenotazione) e posta elettronica, che l’azienda dedica quotidianamente ai circa 16mila residenti della ex circoscrizione 3 per risolvere al meglio ogni dubbio o criticità ed esigenze segnalate. “Questa innovativa ma soprattutto puntuale e dedicata, campagna informativa digitale sta compensando egregiamente le mancate serate, incontri pubblici e i gazebi, anzi, con un pizzico di orgoglio, ci sta portando un passo oltre riuscendo a intercettare ancora più cittadini. Nel momento più difficile della storia moderna, abbiamo lavorato ventre a terra per progredire, evolvere ed essere pronti a nuove sfide: la comunicazione digitale è il futuro per un’azienda pubblica di servizi come la nostra e vogliamo dimostrare, con umiltà, che le critiche ricevute in passato su questo tema le abbiamo interiorizzate e trasformate in un punto di forza ed eccellenza” prosegue Fuccaro.

Protezione civile

“Non sta mancando assolutamente il rapporto diretto con gli utenti che per noi è fondamentale. Cogliamo in merito l’occasione, per ringraziare gli instancabili e preziosissimi volontari del gruppo locale di Protezione civile di Udine, i quali, in accordo con l’Amministrazione comunale, ci stanno aiutando a distribuire, via per via, casa per casa un semplice volantino cartaceo, un promemoria con indicate le informazioni più importanti e i rimandi ai nostri canali informativi digitali. Con questa campagna capillare e senza precedenti nella storia di Net – conclude Fuccaro – vogliamo far raggiungere, in breve tempo, anche nei quartieri Udine Est, Di Giusto, Laipacco e San Gottardo, gli eccellenti risultati - raccolta differenziata consolidata all’82% a febbraio e marzo - che stiamo raccogliendo in questi primissimi mesi nei territori (ex circoscrizioni 2- 4-5-6) avviati e serviti dal nuovo sistema Casa per Casa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg con il fiato sospeso per il mini-lockdown, la lista dei comuni a rischio

  • Covid: 1197 contagi in un giorno e 13 nuovi decessi, è spettro zona rossa

  • Covid e bombole d'ossigeno, l’azienda friulana: «Non riceviamo ordini da mesi»

  • Cambiamenti in vista: nuove Regioni verso la zona rossa e zone da "liberare"

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • Nuova ordinanza della Regione, ecco cosa non si può più fare

Torna su
UdineToday è in caricamento