Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Martignacco / Via della Vecchia Filatura, 10/1

Le eccellenze dell'arredamento made in Friuli tornano a Casa Moderna 2021

La più importante manifestazione sulla casa del Friuli Venezia Giulia va in scena in fiera a Udine per promuovere design, sostenibilità e cultura dell'abitare

Spazio al futuro è l'hashtag che accompagna l'avvio della 68^ edizione di casa Moderna, la più importate fiera del settore casa-legno-arredo del Friuli Venezia Giulia. Dal 2 al 10 ottobre, nei padiglioni di Udine Fiere, si potranno visitare gli stand di numerosi espositori della filiera. I visitatori potranno vedere le nuove tendenze dell'arredamento, scoprire come rendere la casa sicura e quali siano le innovazioni tecnologiche più all'avanguardia. Ci saranno focus su sicurezza, verde e sostenibilità con i percorsi espositivi Casa Biologica, Casa sicura e Casa verde.Sono previsti ben quarantasei eventi tra convegni, workshop, seminari e presentazioni durante i nove giorni di fiera. Esposizione istituzionale, allestita al padiglione 6, con la presenza di Calligaris - Connubia, Fantoni, Gervasoni, Luce Group – Spaghetti Wall e Moroso.  

Grande sinergia con istituzioni e realtà del territorio: si rinnova anche quest’anno con la  partecipazione della Regione Fvg presente in fiera con uno stand e il marchio “IoSonoFriuliVeneziaGiulia”, con il patrocinio del Comune di Udine, con la partnership della Camera di Commercio di Pordenone - Udine, con Cluster Arredo F.V.G., con Legno Servizi e la filiera solidale PEFC (Programme for Endorsement Certification schemes). Riconfermato anche lo sponsor storico, AMGA – Gruppo Hera, presente con uno stand nel padiglione di Casa Biologica per presentare la soluzione chiave in mano per il fotovoltaico di casa. Consulenze sui prodotti e servizi bancari legati alla casa nello stand dello sponsor Intesa SanPaolo.  Nel team dei sostenitori di Casa Moderna anche lo sponsor tecnico Pulitecnica Friulana.

Orari, costi e location

Gli appuntamenti

La nuova rassegna Parole di casa, promossa da Udine e Gorizia Fiere in collaborazione con Fondazione Pordenonelegge, vuole sottolineare il valore e l’evoluzione culturale della casa dopo i prolungati lockdown, attraverso tre incontri con autori nell’area eventi del padiglione 6. Si parte con Chiara Alessi, esperta di design, docente al Politecnico di Milano e autrice de Tante care cose. Gli oggetti che ci hanno cambiato la vitasabato 2 ottobre ore 17 e trenta. All’incontro seguirà l’inaugurazione della mostra inedita delle illustrazioni tratte dal suo libro. La mostra, curata dall'architetto. Marco Viola, sarà visitabile tutti i giorni della fiera.

Lunedì 4 ottobre è previsto il workshop Bello, ben fatto e sostenibile: i nuovi orizzonti del design. Alle 17 e trenta ci sarà un collegamento collegheremo con il Museo del Design di Milano /ADI. La partecipazione della presidentessa del Salone del Mobile di Milano Maria Porro è un segnale molto importante nel mantenere il legame stretto fra Udine e Milano, un’occasione per comprendere le lezioni apprese dal Super Salone 2021. Al workshop anche le testimonianze e le esperienze di Paolo Fantoni, Vice Presidente FederlegnoArredo e Presidente Fantoni SpA, Giovanni Gervasoni, Presidente Gervasoni Spa e Consigliere Italian Design Brands, Barbara Minetto, Vice Presidente ADI - Marketing Director Magis, e Matteo Tonon, Presidente Cluster Legno Arredo Casa FVG -  CEO Tonon SpA.

Martedì 5 ottobre alle 17 e trenta ci sarà il secondo incontro di Paole di casa con Erika Grazia Lombardo, ideatrice di Armadio di Grace - servizio di organizzazione professionale per la casa e le attività commerciali che è anche un account Instagram seguito da oltre 370 mila followers - e autrice de La casa leggera. Ordinata, pulita e sostenibile, in soli 31 giorni.

La rassegna si conclude con il fisico Massimo Temporelli, autore e voce del celebre podcast F***ing Genius, volto di molti programmi tv su temi scientifici e tecnologici e con il suo ultimo libro Noi siamo tecnologia. La moka, la lavatrice…le dieci invenzioni che ci hanno cambiato per sempre. Un racconto emozionale, capace di scuoterci quando Temporelli scrive di come si è approdati ad una “innovazione pratica” sui respiratori durante la tragedia del primo lockdown . Venerdì 8 ottobre alle ore 17 e trenta.

Parole di casa

L'artigiananto del sistema casa si presenta al padiglione 7 dove CATA FVG e Confartigianato Imprese Udine presentano le aziende artigiane della regione in collaborazione con Confartigianato-Imprese Pordenone, con il patrocinio di Confartigianato-Imprese Gorizia e Confartigianato- Imprese Trieste. Un’esposizione collettiva con proposte d’arredo, cucine, pannelli fonoassorbenti, decorazioni d’interni, pitture e molto altro, in un viaggio alla scoperta delle lavorazioni del territorio, tra tradizione e innovazione, attraverso l'arte di saper lavorare la materia. Lo stand dell’artigianato sarà anche un luogo di formazione e informazione per tutto il sistema casa della regione. Durante la fiera sarà proposto un calendario di eventi e incontri dedicato ad imprese e professionisti.

La presenza istituzionale di Fantoni a Casa Moderna, al padiglione 6, mira a sensibilizzare il pubblico sul tema concreto della sostenibilità e economia circolare, calandola sul nostro territorio e raccontando l’esperienza di un gruppo che dal 1882 è attivo nel settore del legno-arredo. Abbandonare il tradizionale modello economico lineare, basato sullo sfruttamento delle risorse finite del pianeta e sull’immissione di rifiuti nell’ambiente, e ispirarsi al ciclo chiuso dell’ecosistema, nel quale non esistono scarti. Nello stand saranno illustrati in maniera didattica e didascalica i nuovi processi di produzione di MDF, mentre un cubo di pannelli e un cubo di legno riciclato racconteranno l’uso circolare del legno a cui viene data nuova vita.

Quest’anno  partecipa il Cefs (Centro Edile per la Formazione e la Sicurezza) che offre servizi adeguati ed efficienti al comparto delle costruzioni preparando i giovani e formando gli adulti garantendo loro reali prospettive di crescita professionale. Nello stand CEFS al padiglione 6, oltre al simulatore macchine da cantiere, un fitto calendario di attività tra dimostrazioni, corsi, incontri e anche le selezioni per il Gruista e l’Escavatorista dell’anno.

Le dichiarazioni

Lucio Gomiero, amministratore unico di Udine e Gorizia Fiere ha esordito con queste parole: "La situazione pandemica ha portato le aziende del settore dell’arredamento a porre una maggiore attenzione alla qualità dei luoghi dell’abitare e, di conseguenza, alla qualità dei propri prodotti. Le aziende – prosegue Gomiero - si sono anche concentrate a sviluppare nuovi modi per comunicare i propri prodotti e i propri valori, anche a distanza. L’esperienza digitale però non può prescindere da quella fisica. Torniamo in fiera, con i padiglioni rinnovati. Abbiamo voluto indicare questa nostra concezione con l'hashtag #spazioalfuturo. La sperimentazione che abbiamo messo in atto per fronteggiare la situazione pandemica è stata molto forte ma era il momento di tornare in presenza per focalizzarsi sulla filiera. Abbiamo un'anima dedicata al retail ma vogliamo parlare anche di design e di produzione".

Graziano Tilatti, presidente Confartigianato – Imprese Udine: "Casa Moderna è un evento storico sempre di grande richiamo perché nel tempo ha saputo adeguarsi alle novità, spesso anticiparle, con l’offerta più innovativa degli espositori selezionati. Bene la digitalizzazione dei processi in un’ottica di innovazione dell’economia, ma il nostro è un lavoro fatto con le mani,con creatività e passione. Volgiamo cercare di fare assieme sistema intorno a questa filiera. bisogna rinnovarsi senza dimenticare le proprie radici ".

Giovanni Da Pozzo, presidente Camera di Commercio di Pordenone-Udine, socio di riferimento di Udine e Gorizia Fiere SpA, ha preso la parola: "Casa Moderna è evento che riparte, si riapre, ed è un ritorno alla normalità per un sistema fondamentale per la nostra economia. Il comparto è variegatissimo ed è una platea prevalentemente composta da piccolissime, piccole e medie imprese, la nostra ossatura economica. Durante lockdown ci è parso ben chiaro quanto significhino per la vitalità della nostra società".  E ha evidenziato: "A giugno 2018 il sistema casa contava 19.133 imprese in Fvg, a giugno 2020 c'è stato un calo, fino a 18.840, mentre a giugno 2021 siamo risaliti a 19.054, sostanzialmente rientrando a livelli pre-Covid nell'ambito di un macro-settore che non ha subito un grosso calo con la pandemia". Per Da Pozzo, "l'emergenza ci ha fatto vivere la casa a tratti come una costrizione, una prigione, ma ora penso che finalmente stiamo tornando a viverla nel modo giusto - e caro a noi friulani -, considerandola all'interno di un contesto di vita sociale". Il presidente Cciaa è poi tornato sul tema dei progetti di sviluppo dell'ente fieristico: "La fiera sta dunque vivendo un cambiamento, che però terrà alcuni punti fermi nella sua più pura declinazione fieristica. E Casa Moderna sarà uno di questi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le eccellenze dell'arredamento made in Friuli tornano a Casa Moderna 2021

UdineToday è in caricamento