rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Cartelli antibivacco anche in friulano. L'opposizione attacca: "Vonde monadis"

Il capogruppo del Pd in Consiglio Comunale critica l'iniziativa del sindaco Fontanini ricordando l'infausta sorte che ebbero le costose sagome installate nel 2011 in prossimità delle strade provinciali: «Questa volta quale la sarà spesa?». A lui si è unito anche il capogruppo di Prima Udine: «immobilismo su profughi, sicurezza e decoro».

A breve nei parchi e nelle aiuole della città saranno posizionati dei cartelli che avranno l'intento di ammonire i richiedenti asilo a non bivaccare nelle aree verdi comunali. Come noto, i migranti ospiti a Udine sono soliti trascorrere alcune ore della giornata seduti o distesi in alcune aree pubbliche non calpestabili. Proprio per evitare gli assembramenti e i bivacchi, il sindaco Fontanini ha pensato ad installare questi nuovi avvisi in ben tre lingue: inglese, italiano e in marilenghe.

Le reazioni

La novità non ha trovato però l'appoggio dell'opposizione. Fra i primi a commentarla negativamente Enrico Bertossi, capogruppo della lista Prima Udine, a cui si è unito Alessandro Venanzi, capogruppo del Pd in Consiglio comunale.«Dopo quattro mesi ci si aspetta qualcosa di più efficace per ridare decoro e fruibilità alle aree verdi della città - spiega Bertossi-. I cartelli in friulano e non nella lingua parlata da pakistani e afghani mi paiono del tutto inadeguati. Invece che sugli specchi c’è chi si arrampica sui cartelli per giustificare quattro mesi di assoluto immobilismo su profughi, sicurezza e decoro della città».  «Vi ricordate le famigerate sagome a bordo delle nostre tangenziali? - domanda l'ex assessore Venanzi -. Nel 2011 da Presidente della Provincia l’attuale Sindaco Fontanini spese 1.000.000 per il progetto “Easy Foot. Ora, invece, vuole mettere dei cartelli nei parchi per evitare che stazionino i richiedenti asilo, che oggettivamente sono arrivati al picco massimo toccando quota 900». Poi la conclusione: «Quanto sarà in grado di spendere il nostro “eroe” invece di far applicare il regolamento di polizia locale? Vonde Modadis».

Profughi Piazzale D'Annnzio Udine-3

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cartelli antibivacco anche in friulano. L'opposizione attacca: "Vonde monadis"

UdineToday è in caricamento