menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carrefour ritira un lotto di farina per la possibile presenza dell’allergene soia

Possibili tracce di allergene Soia in un lotto di "Farina di grano tenero tipo “0” Manitoba della Simec. La misura è stata presa in via precauzionale. L'azienda invita i consumatori alla restituzione con rimborso

Carrefour ritira le confezioni da 1 kg di farina di grano tenero tipo "O" Manitoba prodotta da Simec Spa. Il richiamo riguarda la data di scadenza minima del 07/2017 cod. prodotto EAN 8012666020430. Il motivo del ritiro, segnala Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, associazione ormai punto di riferimento per la sicurezza alimentare in Italia, stando a una nota diffusa oggi da Carrefour è "Possibili tracce di allergene Soia per contaminazione non intenzionale".

farina-2-2L’azienda si scusa per il disagio e precisa che il provvedimento è stato preso in via precauzionale. Inoltre, invita i consumatori allergici o intolleranti alla soia a non utilizzare il prodotto e a riportarlo presso un punto vendita Carrefour, per il rimborso. Il prodotto potrebbe infatti scatenare allergie nei consumatori per la presenza accidentale di tracce indesiderate di questo componente nella farina messa in vendita ma non riportata nella lista degli ingredienti. I sintomi che potrebbero essere scatenati in caso di allergia includono prurito e gonfiore a labbra, palato e gola, nausea o vomito, crampi e gonfiori addominali, diarrea, flatulenza, orticaria, difficoltà respiratorie e mal di testa. In caso di reazione allergica grave si può avere a che fare con uno shock anafilattico, situazione caratterizzata da seri problemi respiratori e brusche cadute di pressione che può portare anche alla perdita di coscienza. Nel caso in cui compaiano sintomi di questo tipo è importante cercare subito l'aiuto di un medico.

In particolare, lo shock anafilattico è una situazione di emergenza che richiede il ricovero ospedaliero e in cui temporeggiare può risultare fatale. Da un punto di vista sanitario si tratta di una non conformità con un elevato indice di rischio per gli allergici o colori i quali presentano un’intolleranza alla soia. Mentre non ci sono problemi per tutte le altre persone che possono consumare senza problemi la farina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Attualità

Coronavirus FVG, 208 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento