menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tribunale di Udine

Il tribunale di Udine

Dagli arresti domiciliari continuava a dirigere tranquillo gli affari illeciti

Protagonista della vicenda è Agostino Sistro, 33enne friulano indagato per bancarotta fraudolenta e amministratore della Commerciale Friuli Srl di San Giorgio di Nogaro. Il Gip di Udine ha disposto la custodia in carcere

Si trovava agli arresti domiciliari nella sua abitazione di San Felice a Cancello (CE), ma telefonava tranquillamente ai prestanome in tutta Italia continuando di fatto a dirigere i suoi affari

Protagonista della vicenda  Agostino Sistro,  33enne friulano, amministratore insieme al padre della Commerciale Friuli srl di San Giorgio di Nogaro. Padre e figlio sono indagati per bancarotta fraudolenta.

Secondo la versione della Procura di Udine Sistro continuava ad operare in un meccanismo consolidato per costruire un sistema complesso di società e movimenti di beni immobili e di capitali, in modo da svuotare e far fallire società con grossi passivi.

Stavolta le operazioni avrebbero riguardato società della provincia di Trento, operanti con sedi nel capoluogo e a Rovereto.

A far luce sulla vicenda sono stati gli stessi prestanome che, temendo conseguenze penali, si sono rivolti alla Guardia di Finanza di Trento per raccontare la vicenda. La Procura ha chiesto e ottenuto quindi dal gip del tribunale di Udine l’aggravio della misura e Sistro è stato trasferito al carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento