menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cani antidroga per "proteggere" Udine: il progetto della giunta Fontanini

Entro la metà del 2021 saranno in azione due pastori tedeschi, insieme a un conduttore e aiuto-conduttore, acquistati dal Comune di Udine per arginare il fenomeno dello spaccio

Il Comune di Udine si doterà di un nucleo cinofilo composto da due cani antidroga con i rispettivi conduttori addestrati allo scopo di “contrastare il traffico di stupefacenti ed eventuali aggressioni” sul suo territorio. L'annuncio è arrivato oggi a margine della riunione di giunta che ha approvato la delibera in materia di “disciplinare tecnico del nucleo cinofilo”: a parlarne l'assessore comunale alla Sicurezza e alla Polizia Locale, Alessandro Ciani, al termine della riunione di Giunta. La dotazione dovrebbe compiersi entro la prima metà del 2021.

La manovra

Il nucleo, previsto dal regolamento per la Polizia Locale approvato l'anno scorso, sarà composto da due cani di razza pastore tedesco che sono stati già acquistati da una ditta di Padova e che saranno opportunamente addestrati, e da due conduttori e altrettanti aiuto-conduttori. L'iniziativa fa seguito alla disponibilità manifestata da alcuni operatori in servizio nella Polizia Locale “i quali presteranno la propria attività sotto la supervisione e coordinamento del responsabile dell’Unità Polizia Giudiziaria, secondo le scelte organizzative adottate dal Comandante del Corpo”, è stato spiegato in giunta. L'assessore comunale Ciani ha aggiunto che l'iniziativa si prefigge lo scopo di qualificare ulteriormente le competenze e le funzioni della Polizia Locale, in un’ottica di maggiore rispondenza al raggiungimento degli obiettivi e alle aspettative di maggiore sicurezza da parte della cittadinanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento