Un'area fuori dall'Osteria della Stazione a Milano sarà il campo base per gli alpini friulani durante l'adunata di maggio

L'attività condotta dall'udinese di origine Gunnar Cautero ha rilevato un'area dismessa per ospitare le “penne nere” regionali in arrivo a maggio

Gunnar Cautero fuori dall'Osteria della Stazione a Milano

Milano chiama e Friuli risponde. Non esiste un'adunata degli alpini senza che le nostre penne nere non abbiano un loro campo base, ecco allora che a creare lo spazio ci pensa l'udinese trapiantato a Milano Gunnar Cautero. «I miei trascorsi da alpino mi hanno spinto a offrire un supporto alle “penne nere” del Friuli Venezia Giulia che parteciperanno all'adunata nazionale in programma dal 10 al 12 maggio». Così Cautero, originario di Udine e che da quasi sette anni si occupa della gestione dell'Osteria della Stazione - l'Originale di Milano, racconta l'investimento compiuto in previsione dell'imminente manifestazione che, per tre giorni, vedrà nel capoluogo lombardo l'arrivo di migliaia di militari in servizio oppure congedati.

Il campo base

Cautero ha rilevato un'area di circa 700 metri quadrati, vicino al ponte della stazione e a un passo da Corso Buenos Aires, per farne un “campo base” da destinare agli alpini che raggiungeranno Milano tra circa un mese e mezzo. «Qui - dice l'imprenditore - oltre alla possibilità di parcheggio di camper e furgoni, i partecipanti potranno anche montare le tende autostabilizzate. La mia attività, che sorge a poca distanza, si impegnerà a mettere a disposizione i bagni chimici e le docce, tutti servizi necessari a chi desidera esserci al raduno».

Un posto anche per i muli

Non soltanto: Cautero mette a disposizione anche la possibilità di ospitalità con ricovero notturno dei muli, se ce ne fossero, in un Centro equestre nelle immediate vicinanze. Un riferimento regionale, quindi, nei pressi di quello che da poco è diventato il “Quartiere NoLo”, North of Loreto.

I trascorsi di Cautero

I trascorsi da “penna nera” di Gunnar, congedato sergente dal Battaglione Feltre, hanno acceso il suo desiderio di fare qualcosa a supporto degli alpini in arrivo: «L'adunata è uno dei momenti più importanti su scala nazionale, come filosofia e storia - evidenzia Cautero -. Aver fatto parte degli alpini è come aver indossato la maglia della Nazionale: è un onore che ti resta dentro per tutta la vita. Avendo partecipato a dei raduni, in passato, so che cosa vuol dire avere a disposizione delle strutture di supporto. Anche per questo ho deciso di investire per mettere a disposizione il “campo base”, rilevando l'area».

Il supporto del Fogolar Furlan

Tutto questo è possibile anche grazie alla collaborazione attiva tra l'Osteria della Stazione e il Fogolar Furlan di Milano (info sul sito www.fogolarmilano.it) che ha pienamente sposato l'iniziativa. I primi riscontri, intanto, sono già arrivati: «Alcuni gruppi mi hanno manifestato interesse, uno di questi mi ha anche già confermato la presenza. Spero che altri lo facciano, per creare un piccolo angolo di Friuli nella zona».

Come fare

Gli interessati possono contattare l'Osteria della Stazione ai numeri  02-28381700 o 392-5898849 (quest'ultimo solo per messaggi WhatsApp) oppure, in alternativa, inviare una mail all'indirizzo oste@osteriadellastazione.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm e spostamenti verso i congiunti fuori regione: cosa succede dal 16 gennaio

  • Il Fvg è arancione: ecco tutte le regole in vigore da domenica 17

  • Verso la zona arancione: cosa cambia in Friuli Venezia Giulia e da quando

  • La "nuova era" finisce presto, stop alla produzione della birra friulana Dormisch

  • Coronavirus in Fvg, 20 vittime e 739 ricoveri: numeri drammatici

  • La puntata di 4 Ristoranti girata in Carnia visibile in chiaro

Torna su
UdineToday è in caricamento