menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Campo di atletica: chiuso dal 2011. Ioan: "Finire i lavori subito"

Il leader del centro destra Adriano Ioan fa un sopralluogo nel campo Dal Dan. Presidente Atletica udinese Savorgnan: "Servono 100 mila euro per completare l'intervento. Abbiamo 300 soci e tutto è fermo da due anni

Ergendosi a portavoce delle istanze degli atleti e delle società sportive, il leader dell'opposizione in Consiglio Comunale, Adriano Ioan, domanda, in occasione del sopralluogo al campo di atletica “Dal Dan”, che si completino al più presto i lavori: “Il campo di Paderno – dichiara durante il sopralluogo assieme al presidente dell'Atletica Udinese Malignani, Dante Savorgnan, e alla rappresentante dell'utenza Anna Chiarandini (lista Identità Civica) – brilla per essere uno degli impianti sportivi più belli della regione; servono 100 mila euro per ristrutturare gli spogliatoi, i progetti esecutivi sono già stati approvati; la struttura potrà poi accogliere tutte le manifestazioni che oggi sono costrette a trovare ospitalità altrove, con tutti i disagi e le disfunzioni che ne derivano”.

A rilevare l'immobilismo e le carenze è la Chiarandini, da tempo impegnata nella battaglia: “Non fanno certo il bene della città questi continui rinvii, inoltre – aggiunge - anche gli esercenti e commercianti del territorio hanno risentito della mancanza di eventi, latitanza che ha peggiorato la già difficile situazione economica”. I ritardi si sono accumulati, rileva Savorgnan che chiede al Comune di Udine la priorità dell'ultimazione dei lavori: “Il campo Dal Dan, che con i suoi oltre trecento tesserati è il più grande utente del Polo atletico di Paderno, è stato chiuso per i lavori di ristrutturazione nel novembre 2011. Il cantiere doveva durare sei mesi, come aveva assicurato l'amministrazione comunale. Pensavamo, anche in caso di qualche ritardo, che avremmo comunque ripreso l'attività di preparazione atletica già nel corso del 2012. Invece, siamo ad ottobre 2013 e i lavori non sono ancora finiti. E non sappiamo neppure quando potremo utilizzare l'impianto nella sua interezza. Forse nella seconda metà del 2014? E' inaccettabile. Come se non bastasse, l'amministrazione comunale non si preoccupa di comunicarci l'iter dei lavori. Dopo aver rifatto la pista e sistemato la gradinata, ha deciso di ristrutturare anche la palazzina dei servizi. I lavori dovevano partire quest'anno, ma sono stati bloccati dal patto di stabilità, o almeno così dicono. Per non parlare dell'acquisto delle attrezzature sportive: doveva essere effettuato ancora nel 2012 e invece sta avvenendo solo ora”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento