Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Calci e pugni al distributore da 20mila euro, ennesimo atto vandalico a Colugna

A sfogarsi è la stessa proprietaria dell'esercizio commerciale, esasperata dall'ennesimo atto vandalico ai danni della sua attività, nonostante le molteplici denunce

 

Prendono a calci e pugni il distributore delle sigarette probabilmente per una mancata erogazione del prodotto o del resto, ma vengono ripresi dalle telecamere di videosorveglianza. Protagonisti dell'episodio due giovani, privi di mascherina, come si vede dalle immagini, che si sono scagliati contro la macchina automatica. 

L'episodio

A denunicare pubblicamente l'accaduto attraverso un post social è la proprietaria dell'attività commerciale Emporio Spizzo di Colugna, Anna Bettuzzi, esasperata dai diversi episodi di vandalismo

"Il tutto è successo ieri sera verso le 20.45 quando io e il mio compagno sbrigavamo gli ultimi conti all'interno dell'attività – racconta –. Dopo aver sentito alcuni rumori sospetti, abbiamo verificato attraverso le telecamere di videosorveglianza. Abbiamo cercato di bloccare i due personaggi, ma era troppo tardi, si erano dileguati".

"Restiamo davvero basiti davanti a questi gesti – spiega –. Abbiamo sostituito il distributore meno di un mese fa proprio perchè in precedenza c'erano stati altri atti di "vandalismo" che avevano contribuito a danneggiare la  macchina. Così, per evitare i continui costi di manutenzione salatissimi del precedente impianto, abbiamo optato per l'acquisto di uno di nuova generazione con un investimento di 20mila euro in un anno in cui, nonostante siamo rimasti aperti, non è stato facile neanche arrivare a fine mese e poi i risultati sono questi".

"Abbiamo denunciato gli episodi più volte ma senza risultati – conclude –. A questo punto, davvero, non sappiamo più come poter fare".

Potrebbe Interessarti

Torna su
UdineToday è in caricamento