Sputi, insulti e costrizioni a un 14enne: denunciati 3 bulli del Manzanese

Il trio - composto da ragazzi tra i 16 e i 17 anni - ha ammesso le proprie responsabilità di fronte alle domande della Polizia di Cividale

La polizia del commissariato di Cividale ha denunciato alla Procura dei minori di Trieste tre giovani - tra i 16 e i 17 anni - tutti residenti nel manzanzese. Sono ritenuti autori di una serie di atti di bullismo nei confronti di un ragazzino più giovane e fragile, di 14 anni, sempre residente nella zona.

LE INDAGINI. Sul caso hanno lavorato gli agenti, diretti dal commissario capo Michelangelo Missio. L’operazione è partita circa un mese fa, quando la mamma della giovane vittima si era recata in commissariato per segnalare i comportamenti vessatori subiti dal figlio alla stazione dei bus di Cividale, al rientro da scuola. La Polizia ha ricostruito almeno tre episodi di angherie e prevaricazione. In un caso uno dei bulli teneva fermo il ragazzino mentre gli altri due lo costringevano a inalare fumo di sigaretta e lo insultavano. In un altro gli avevano sputato in testa, insultandolo e spingendolo.

L’ESITO. Ascoltati in commissariato alla presenza dei genitori, i tre ragazzi hanno sostanzialmente ammesso le proprie responsabilità. Da quel momento il ragazzino non è più stato preso di mira.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

Torna su
UdineToday è in caricamento