Brogli durante le Elezioni del 2013? Un friulano il primo fra gli esclusi

Si tratta di Mario Zoratto, di Sedegliano, che quattro anni fa non arrivò fra gli scranni di Montecitorio solamente per 256 voti. Fu infatti eletto onorevole il collega di lista siciliano Mario Caruso, candidato sempre sotto il simbolo di "Con Monti per l'Italia"

Se i brogli elettorali di cui hanno recentemente parlato a Le Iene fossero ipoteticamente veri, il primo candidato non eletto per la Camera dei Deputati nei seggi destinati ai rappresentanti degli italiani all'Estero sarebbe il friulano Mario Zoratto (nella foto a destra), classe 1944, da tempo residenMario Zoratto-2te in Francia.

La notizia della possibile compravendita di voti per le elezioni all’estero è stata riportata da un servizio di Filippo Roma, l'ex "Moralizzatore", andato in onda il 31 ottobre all'interno del noto programma di Italia 1. La rivelazione, tutta da verificare, si avvarrebbe di due testimonianze: quella di uno degli stessi "broker", che si occuparono in prima persona della raccolta e della compravendita di migliaia di plichi (ovvero le schede elettorali), e quella di Rosario Cambiano, un ex candidato all'estero alle Politiche del 2006, residente da anni a Colonia, che ha riferito di avere numerosi amici e conoscenti in Germania contattati da diversi intermediari affinchè venisse venduta loro la propria scheda elettorale. 

Elezione mancata per una manciata di schede

Di fatto sono solo 256 i voti di scarto che non hanno portato alla Camera il candidato friulano, nato a Sedegliano, nell'unico seggio destinato al rappresentante per gli italiani all'estero iscritto nella lista "Con Monti per l'Italia". Mario Caruso (l'onorevole al centro del servizio de Le Iene insieme ad Aldo Di Biagio, candidato con la stessa lista per il Senato) ottenne infatti 12.576 preferenze, mentre Mario Zoratto ben 12.320, di cui 7.378 nella sola Germania (guarda i dati nelle schede in basso). 

Chi è Mario Zoratto

Zoratto è un professore universitario residente da 54 anni a Parigi, specializzato in architettura sociale e sanitaria. E' stato eletto al Comites nella circoscrizione Consolare di Parigi ed è componente attivo da anni all'interno del Ctim (Comitato tricolore per gli Italiani nel mondo, di cui è segretario generale Roberto Menia). Originario di San Lorenzo di Sedegliano, è figlio di Bruno Zoratto, ex collaboratore del ministro Tremaglia, insignito come Grande ufficiale dell’Ordine della stella della solidarietà, e scomparso a Stoccarda nel 2004.

Cattura-26-8

Cattura-26-9

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Mestre, 24enne di Osoppo muore per sospetta overdose

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • A 24 anni apre il primo e unico negozio in regione di alimentazione naturale per cani

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Scritta ingiuriosa prima della partita, operai all'opera per eliminarla

Torna su
UdineToday è in caricamento