In cinque aggrediscono una giovane in via Cividale, un cuoco evita la violenza

Un 44 enne ha fatto fuggire il branco. Ha rimediato alcune ferite al volto

Difende una ragazza dal tentativo di aggressione di un branco, ma viene ferito al volto. Brutta avventura, a lieto fine, per un cuoco caorlotto di 44 anni, Cristian Braida, residente a Udine, dove è impiegato lavorativamente. Lo scorso week-end, in via Cividale – secondo quanto riportato da Udinese Tv –, Braida stava tornano a casa a piedi verso le 8 di sera quando ha percepito delle urla. Cinque uomini sulla trentina, vestiti in maniera sportiva, avevano accerchiato una ragazza sui 25 anni. Uno di loro le aveva tappato la bocca con la mano. Braida è intervenuto – c’è stata una colluttazione di una trentina di secondi – riuscendo a far scappare il branco. Poi ha accompagnato la giovane in un luogo più sicuro. Le forze dell’ordine sono state informate dei fatti e invitano la ragazza a denunciare l’episodio per dare un volto agli aggressori. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale 2020 solo tra conviventi, ma ci sono possibilità anche per fidanzati e nonni

  • Da modello a disastro: la lettera di denuncia dei medici del Pronto Soccorso di Udine

  • Coronavirus, oltre 700 contagi e 25 morti: Gimbe ci dà come la regione più in difficoltà

  • Niente spostamenti a Natale e Capodanno, vietato uscire dal Comune

  • Migliorano quasi tutti i parametri della regione: il Fvg potrebbe cambiare colore

  • Nuovo record di contagi in FVG, oggi 1432 nuovi positivi e 25 morti

Torna su
UdineToday è in caricamento