Lavori in A4, spuntano le bombe della Grande Guerra

In azione a Gonars gli uomini del 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine che hanno messa in sicurezza l'area

Questa mattina gli artificieri del  3° Reggimento Genio Guastatori di Udine, allertati dalla Prefettura di Udine, hanno effettuato un intervento di bonifica del territorio. I militari si sono recati presso l’area di servizio di Gonars lungo l’Autostrada A4 in direzione Venezia, dove durante i lavori per l’ampliamento della carreggiata, sono affiorati degli ordigni bellici risalenti al primo conflitto mondiale. 

Il ritrovamento

Gli specialisti del Genio hanno prelevato una granata di fabbricazione italiana da 100 mm, due corpi di granata vuoti da 100 mm e un corpo di granata vuoto da 75 mm, hanno successivamente trasportato e messo in sicurezza i residuati bellici presso la cava della Union Beton a Gonars in un’area idonea al brillamento dove successivamente il team EOD (Explosive Ordnance Disposal) ha provveduto alla distruzione finale.

L'attività di bonifica

L'organizzazione delle attività, volte a garantire la sicurezza dell’area interessata, è stata coordinata dalla Prefettura di Udine.Il 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine è un’unità dell’Arma del Genio che, sotto il controllo del Comando Forze Operative Nord di Padova, è incaricata di bonificare il territorio del Friuli Venezia Giulia e delle province di Treviso e Venezia dai residuati bellici dei due conflitti mondiali ancora esistenti. L’Esercito, grazie alla connotazione “dual-use” dei  reparti del genio, oltre all'impiego operativo nelle missioni internazionali, è in grado d'intervenire nei casi di pubbliche calamità e utilità, in ogni momento, su tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg con il fiato sospeso per il mini-lockdown, la lista dei comuni a rischio

  • Covid: 1197 contagi in un giorno e 13 nuovi decessi, è spettro zona rossa

  • Covid e bombole d'ossigeno, l’azienda friulana: «Non riceviamo ordini da mesi»

  • Nuova ordinanza della Regione, ecco cosa non si può più fare

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • Acquisti fuori dal Comune di residenza: le precisazioni sugli spostamenti

Torna su
UdineToday è in caricamento