rotate-mobile
Cronaca

Esercito fa brillare tre ordini bellici nella Bassa Friulana durante attività di bonifica

Tra le campagne ritrovata una bomba da mortaio e due granate della prima guerra mondiale

Questa mattina gli artificieri del 3° Reggimento Genio Guastatori, allertati dalla Prefettura di Udine, hanno effettuato diversi interventi di bonifica del territorio da ordigni residuati bellici del primo conflitto mondiale. 
I militari si sono recati, in un primo momento in località Nogaredo nel comune di San Vito al Torre (UD), lunga la strada in prossimità dell’argine del fiume Torre, dove hanno prelevato una bomba da mortaio da 81mm He (alto esplosivo) di fabbricazione italiana la cui presenza era stata recentemente segnalata da un passante.

Bombe nella Bassa Friulana


A seguire, sempre accompagnati dai carabinieri della Stazione di Aiello del Friuli, gli specialisti dell’esercito si sono spostati sulla strada provinciale 8, nel comune di Ruda, dove, in una stradina interpoderale, hanno prelevato due granate da 75mm He di fabbricazione italiana, segnalate anche queste da alcuni passanti.
I residuati bellici sono stati messi in sicurezza e trasportati in un’area idonea al brillamento, precisamente nella cava inerti Adriastrade S.r.l. nel comune di Campolongo di Tapogliano, dove il team Eod (Explosive Ordnance Disposal) del genio militare ha provveduto alla distruzione finale.                                                                                            
Le operazioni dell’esercito hanno avuto inizio verso le 9 e si sono concluse alle 11:30 con il brillamento finale. 
L’organizzazione delle attività, volte a garantire la sicurezza dell’area interessata, è stata coordinata dalla Prefettura di Udine. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esercito fa brillare tre ordini bellici nella Bassa Friulana durante attività di bonifica

UdineToday è in caricamento